Polemica sulle riserve al polo vaccinale di Poggio Rusco, il sindaco: niente abusi 

Posizioni contrastanti sulla “lista di riserva” arrivata al polo vaccinale X Ray One in cui ci sono anche i dipendenti comunali

POGGIO RUSCO. Sono contrastanti le posizioni sulla “lista di riserva” arrivata al polo vaccinale di Poggio Rusco X Ray One in cui ci sono anche i dipendenti comunali. E sui social c'è chi ora chiede come entrare nella lista, una sorta di corsa al vaccino.

Qualcuno pensa di andare davanti al polo in attesa di una fiala avanzata. È intervenuto anche il direttore sanitario del centro Giacomo Barbalace, chiedendo rispetto per l'operato di medici e infermieri e dichiarando che “non ci sono state pressioni” . L'altra minoranza Poggio che cambia “attende le risposte del sindaco in consiglio e parla di questioni da chiarire”.

Il sindaco Fabio Zacchi ha pubblicato un videomessaggio in cui spiegava la sua posizione e tacciava di strumentalizzazione elettorale il capogruppo di Poggio c'è Francesco Cevolani, che ha fatto emergere la vicenda, parlando di un “abuso”, non rientrando i dipendenti comunali tra le categorie prioritarie. «Non ci sono state prevaricazioni di over 80 – dice Zacchi – a chi è nella lista viene somministrato Astra Zeneca, non usato per gli anziani.

La lista di riserva serve a non sprecare dosi». Le liste in cui compaiono dipendenti comunali sono state date anche da Magnacavallo e Borgocarbonara, un paio di nominativi sono stati indicati da San Giovanni del Dosso e 3 da Sermide e Felonica: sono stati indicati solo operatori del settore sociale o scuola, categorie di priorità indicate dal piano vaccinale nazionale.

«Tutto nasce da una disorganizzazione generale. I sindaci si sono dati da fare per creare poli vaccinali, ma ci sono stati imprevisti – dichiara Mirco Bortesi, sindaco di Sermide e Felonica - il primo a partire è stato X Ray One, per la sua efficienza. I Comuni sono stati invitati a mandare una lista in tempi diversi, le comunicazioni non sono state ben sincronizzate». 

Video del giorno

La mostra dei trattori antichi a Castel Goffredo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi