Salute e tutela green: Solidea lancia la calza elastica ottenuta dal bambù

L’azienda ridisegna la propria impronta ambientale. Dal fotovoltaico, a una foresta in Africa, alla carta riciclata

MANTOVA.  Può una calza fare bene all’ambiente? La sfida è stata raccolta da Solidea azienda di produzione collant specializzata in calze elastiche a compressione graduata e che in questo 2021 ha ampliato la propria collezione ottenute da fibra di bambù aggiungendo il pariscarpa al gambaletto unisex lanciato ad ottobre. Una scelta coraggiosa e innovativa. Ultimo anello di un ripensamento globale dell’azienda in termini di impatto sull’ambiente. Ogni anno Solidea dedica significativi investimenti per la sostenibilità e per ridurre il più possibile il proprio impatto sull’ambiente. In questo percorso, l’azienda ha deciso di aderire ad un progetto di riforestazione in Kenya e rivoluzionato il proprio modo di confezionare, gestire il magazzino, approvvigionarsi di energia.

Solidea fa parte del programma di riforestazione di Treedom, una giovane start-up attiva dal 2014, che offre a privati e aziende l'opportunità di piantare alberi “a distanza”, e di seguirli online, grazie alla geo-localizzazione, in maniera trasparente, con lo scopo di aiutare l'ambiente e fornire nuove opportunità alle comunità locali interessate.


Nasce così la Foresta Solidea in Kenya, un impegno che durerà nel tempo aggiungendo periodicamente ulteriori alberi, per tutelare sempre di più la biodiversità e l'abbattimento della CO2, con i relativi benefici per l'intero pianeta. E le sue piante da frutto curate da piccole cooperative di contadini, e contribuiscono a produrre nutrimento, formazione, lavoro e reddito nel territorio.

Tornando in azienda, si è fatta la scelta del packaging sostenibile, utilizzando solo carta proveniente da foreste gestite responsabilmente secondo principi ambientali economici e sociali. Inoltre si è passati al digitale per cataloghi e dépliant, e per tutto il materiale che non deve necessariamente essere stampato su carta.

Già oggi l’energia elettrica utilizzata in azienda proviene totalmente da fonti rinnovabili con un abbattimento delle emissioni delle CO2 pari al 22%. E la “Solideaforest” consentirà di compensare 360 tonnellate di CO2 in 20 anni.

Ma non ci si ferma qui: Tutte le scatole per la spedizione sono in carta riciclata. E per la consegna dei prodotti ai punti vendita l’azienda si avvale solo di spedizionieri che offrono adeguate garanzie di aver attivato politiche Green nell’ambito della loro attività.

Per la plastica si usa solo se garantita. Per la gestione del magazzino, automatizzato grazie all’impiego di 4 robot si usano solo scatole di plastica durevole prodotte una tantum e costantemente riutilizzate. Per le buste con cui si protegge il prodotto perché arrivi perfetto a destinazione infine, sui adopera plastica riciclata. —


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi