Un ecografo all’Ats per esami domiciliari ai casi sospetti

MANTOVA. La Asst di Mantova ha acquisito per poi concedere ad Ats Val Padana tre ecografi portatili. Questi consentiranno ai medici delle Unità speciali di continuità assistenziale l’esecuzione di ecografie polmonari a domicilio ai malati Covid - o sospetti Covid - per potenziare l’assistenza territoriale.

«L’emergenza sanitaria - si legge in una nota - ha evidenziato l’importanza della gestione domiciliare dei pazienti, anche per contenere il ricorso al pronto soccorso e l’ospedalizzazione; diventa dunque fondamentale avere medici formati all’uso dell’ecografia e dotati di apparecchi portatili in grado di effettuare facilmente diagnosi di polmonite e di poterne seguire poi l’evoluzione. Infatti, l’ecografia polmonare, se correttamente eseguita, offre un contributo rilevante nella valutazione dei pazienti Covid positivi in termini di rapidità e valore diagnostico; inoltre, non richiedendo lo spostamento dei pazienti, riduce non solo il disagio per i pazienti ed i suoi familiari, ma anche il rischio di diffusione del virus».


D’ora in poi il medico Usca dell’Ats potrà eseguire al domicilio l’ecografia polmonare per accertare precocemente la polmonite da Sars-Cov-2, determinarne la gravità, facilitarne il monitoraggio, come peraltro raccomandato dal vademecum della Federazione degli Ordini dei Medici della Lombardia.

Ats ha garantito ai medici Usca un percorso formativo, sia sotto il profilo clinico-diagnostico specialistico, che sotto quello più strettamente tecnico per l’utilizzo dell’ecografo portatile. «Questa iniziativa sponsorizzata dalla Regione e fortemente voluta sia dal direttore generale Ats che dall’Asst – spiega il direttore generale dell’Asst, Raffaello Stradoni - consentirà di potenziare l’attività diagnostica precoce per l’individuazione delle patologie Covid. La grave condizione di difficoltà in cui si trova il nostro Paese, ma in particolare la nostra provincia, richiede sempre più che le istituzioni, non solo quelle sanitarie, ma anche tutte le altre uniscano gli sforzi per contribuire congiuntamente per uscire il più presto possibile dalla situazione dell’emergenza Covid». —
 

Video del giorno

Mantova: in 800 per dire addio al dottor De Donno

La guida allo shopping del Gruppo Gedi