Cinque anni alla falsa dottoressa ladra

Condannata per aver rubato gli ori a due anziane insieme con un compare. Pena di quattro anni per una terza complice

SERRAVALLE-BAGNOLO.Si è spacciata per la sostituta del medico curante e, con l’aiuto di un paio di complici, è entrata in due diverse abitazioni e si è impadronita dell’oro delle anziane padrone di casa. I colpi sono stati messi a segno nella stessa giornata, in meno di tre ore, a Bagnolo San Vito e a Serravalle a Po. A finire nei guai Senni Casagrande, 44 anni, di Bologna, Alex Truzzi, 45 anni, di Anzola dell’Emilia e infine Catuja Catter, 43 anni, residente a Bologna.

Per loro, il giudice Antonio Serra Cassano ha riservato una sonora condanna: cinque anni di reclusione e 1033 euro di multa a Truzzi e Casagrande, quattro alla Catter.

I colpi erano stati messi a segno il 30 maggio dello scorso anno. In breve tempo i carabinieri sono riusciti, grazie anche alle descrizioni fornite dalle vittime, a individuare i responsabili di quelle azioni criminali, commesse ai danni di persone anziane e incapace di difendersi. E non era la prima volta. Il primo furto è avvenuto a Bagnolo San Vito, tra le 16 e le 16.20. I tre, a bordo di una Mitsubishi Colt, di proprietà della Catter e condotta da Truzzi, sono entrati nel cortile della vittima.

Senni Casagrande si è presentata quale medico in sostituzione di quello curante per effettuare all’anziana un massaggio. Così facendo è riuscita a sfilarle un collier d’oro. Nemmeno un quarto d’oro dopo sono entrati nell’abitazione di un’altra anziana a Serravalle a Po. Si sono impadroniti di una collanina e di un anello d’oro, oltre a sessanta euro in contanti. Per derubarla la Casagrande aveva detto alla sua vittima che era affetta da un’allergia e le aveva cosparso mani e collo con un unguento. Messo a segno il colpo il trio criminale si era dato alla fuga. 

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi