Risottata e contagi, il sindaco: «Hanno agito con molta leggerezza»

Borgo Mantovano. Il sindaco condanna la risottata organizzata per vedere il calcio in tv all’origine della raffica di contagi

BORGO MANTOVANO. «Hanno agito con molta leggerezza»: questo il giudizio espresso dal sindaco di Borgo Mantovano, Alberto Borsari, in relazione alla raffica di contagi verificatisi come conseguenza di un momento conviviale avvenuto qualche settimana fa, in violazione delle norme anti-Covid.

Tutti sapevano a Pieve di Coriano, ma la vicenda è stata, per così dire, silenziata, nonostante l’alto numero dei positivi e i ricoveri in terapia intensiva. Nessuno aveva interesse a raccontare di essersi ammalato durante quell’assembramento coinciso, oltre che con la risottata, anche con una partita di calcio vista insieme in tv. Nessuno ha parlato. E in questo modo si sono evitate le sanzioni, il risvolto pecuniario per una grave violazione della legge.



La maggior parte delle persone è uscita da quello che poteva essere un tunnel senza uscita, qualcuno ha temuto per la sua vita, qualcun altro non ce l’ha fatta.

«Se l’avessi saputo - commenta ancora il primo cittadino di Borgo Mantovano – avrei impedito tutto sul nascere, inviando sul posto o la polizia locale o i carabinieri, ma purtroppo quando ne sono venuto a conoscenza, non si poteva fare più nulla».

Ma i carabinieri sembrano decisi ad approfondire la vicenda per capire come sia potuto accadere che un numero così elevato di persone abbia potuto organizzare una serata senza che nessuno intervenisse per raccomandare o meglio imporre il rispetto delle regole.

Qualche giorno dopo quel momento conviviale erano cominciati i guai. Qualcuno, con tutta probabilità, già positivo ha trasmesso il virus ai suoi vicini di tavolata.

Febbre alta, difficoltà respiratorie si sono manifestate coinvolgendo anche i familiari delle persone presenti alla serata. Un vero proprio focolaio per fortuna debellato grazie alla preparazione professionale e all’impegno di medici e infermieri dell’ospedale di Pieve di Coriano.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi