Via a MantovaScienza: la scuola e la sanità subito protagoniste

Conferenza d’apertura affidata all’epidemiologa Gandini  In programma seminari scientifici e laboratori per i giovani 

MANTOVA. Parte oggi MantovaScienza, il festival scientifico della città che quest’anno, a causa della pandemia, si svolgerà online. Ad aprire la rassegna alle 17.30 sarà la conferenza di Sara Gandini, statistica ed epidemiologa mantovana, sul tema «La pandemia Covid-19 e i rischi connessi alle scuole». MantovaScienza, nonostante il periodo, parte con il piede giusto. Ha ricevuto un buon numero di commenti positivi su Facebook e inaspettatamente, osservano gli organizzatori, molte richieste di attività laboratoriali da parte di classi scolastiche sparse in tutto il Paese. Tra le prime che hanno chiesto di partecipare figura una scuola di Campobasso.

Il festival scientifico che si concluderà il 18 aprile, è giunto alla quinta edizione, recupero di quella saltata a novembre. Sarà un’edizione tutta online, con conferenze trasmesse in diretta sui canali social Facebook e YouTube di MantovaScienza. Sono previsti tredici seminari gratuiti. Ad aprire la rassegna, dopo il saluto del sindaco Palazzi, sarà l’epidemiologa Sara Gandini, il cui lavoro, al momento, è concentrato sulle indagini statistiche in ambito Covid e scuola, argomento del suo intervento.


Tanti i temi che verranno trattati nel corso dei nove giorni di appuntamenti: dai ritrovamenti nelle sabbie del Po che raccontano storie di animali, piante e persone (Davide Persico), all’analisi dei minerali contenuti nei nostri device (Daniele Castelli ed Elena Bonaccorsi); dalla plastica negli oceani (Franco Borgogno) al collegamento tra vegetazione e clima, con uno studio su Bosco Fontana proposto da Giacomo Gerosa. Altri ospiti sono Alessandro Chiesa, Gianluca Ranzini, Patrizia Caraveo, Filippo Bonaventura, Lorenzo Colombo, Matteo Miluzio, Marco Mastrorilli, Marco Colombo, Matteo Monelli, Enrico Bucci.

Una novità di questa quinta edizione sarà il concorso per le scuole “Question time challenge". In palio per le classi vincitrici una diretta online con uno scienziato che risponderà alle domande giudicate più interessanti fra quelle che perverranno entro il 25 aprile sul sito.

I consueti appuntamenti con la Scienza al Cinema, gli spettacoli teatrali e “Yes weekend”, sono rimandati alla sesta edizione che, salvo nuove disposizioni legate all'emergenza, si terrà dal 12 al 21 novembre prossimi.

Il festival è promosso dal Comune in collaborazione con la cooperativa sociale Alkémica, a cui è affidata l’organizzazione tecnica e la didattica, e Tea. Questa edizione primaverile è stata organizzata anche grazie al contributo ottenuto attraverso il bando “Let’s Go” di Fondazione Cariplo.

«Crediamo nella divulgazione scientifica per creare una cultura diffusa a servizio della comunità – spiega Serena Pedrazzoli, assessore alla pubblica istruzione – il tutto partendo dai ragazzi, il nostro futuro». Informazioni sul programma completo del festival si trovano su www.mantovascienza.it. —
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi