Bar e ristoranti di Mantova a Roma: chiediamo aiuto

Sono gli aderenti alla nuova organizzazione Horeca che raggruppa imprenditori impegnati in vari settori. Martedì 13 aprile nella capitale: «Abbiamo i fatturati azzerati»

MANTOVA. Una delegazione di una ventina tra ristoratori e baristi della sezione mantovana di Tutela Nazionale Imprese Horeca Italia, sindacato nato per tutelare il mondo della somministrazione, sarà martedì 13 aprile  a Roma a "Una volta, per tutti", marcia pacifica dei lavoratori alla quale hanno aderito diverse realtà del settore. L'appuntamento è alle 11 al Circo Massimo. Attesa la partecipazione di imprenditori e lavoratori del mondo Horeca, ambulanti, commercianti, tassisti, partite Iva.

«Categorie che da oltre un anno hanno visto azzerati i loro fatturati - spiegano gli organizzatori - non hanno percepito sostegni reali, non sono state ascoltate e aiutate attraverso un piano d'emergenza reale volto alla salvaguardia delle attività piuttosto che al loro totale oblio». La delegazione mantovana raggiungerà Roma in treno. Per informazioni è possibile contattare le referenti di zona: Annarita Nardini (3474923616) e Nicol Grossi (3296465427).

«Tutti insieme in una manifestazione pacifica - proseguono gli organizzatori - che ripudia qualsiasi forma di violenza, ma che andrà avanti ad oltranza fino a quando non ci saranno risposte concrete. Invitiamo quindi lavoratori e cittadini a contattare gli organizzatori per poter, ancora una volta e con ancora più forza, scendere in piazza, senza bandiere, tutti uniti». Tutela Nazionale Imprese Horeca Italia è sbarcato ufficialmente a Mantova nei giorni scorsi, con il primo incontro a livello locale andato in scena alla presenza dei rappresentanti nazionali di Tni.

Amareggiati dalla recente approvazione del Decreto Sostegni, esercenti di bar e ristoranti della provincia, supportati dal mondo della filiera, hanno risposto all'invito della nuova realtà associativa che, ormai da dodici mesi, ha messo in campo a livello nazionale iniziative di ogni genere per tenere accesi i riflettori sulle difficoltà del settore: manifestazioni di piazza, una marcia da Firenze a Roma lungo la via Francigena, un presidio permanente di dodici giorni sotto i palazzi del governo, incontri con ministri, vice ministri, sottosegretari, deputati e senatori. E ora, il nuovo appuntamento di domani a Roma.

***

Alle 23.53 è stato corretto il giorno della manifestazione, che è martedì 13 e non lunedì 12 aprile

La guida allo shopping del Gruppo Gedi