Mantova ritorna in arancio: riaprono i negozi

Seconde e terze medie di nuovo in classe, superiori da martedì. Il governatore Fontana: «Tra pochi giorni saremo gialli, ma il vincolo del governo dura tutto aprile»

MANTOVA. Dopo 28 giorni di lockdown, oggi la Lombardia torna in zona arancione e, se non ci fosse il vincolo imposto dal governo, che fino al 30 aprile limita le zone solo al rosso e all'arancio, teoricamente da venerdì prossimo potrebbe anche diventare gialla. A spiegarlo, è il governatore, Attilio Fontana, alla luce dei dati che vedono la regione con un indice Rt sotto l'1 e un'incidenza sotto il 2,5%. «Sono convinto che, quando verranno meno i limiti del governo, quindi entro fine di aprile, torneremo in zona gialla» commenta Fontana.

Ma che cosa cambia da oggi con il passaggio in fascia arancione? Prima di tutto il cambio di colore rappresenta una boccata d’ossigeno per i negozi. Bar e ristoranti, invece, resteranno chiusi e continueranno a lavorare solo con asporto e consegne a domicilio. In arancione tornano a scuola i ragazzi degli ultimi due anni delle medie e in presenza dal 50 al 75% anche gli studenti delle superiori. In più i cittadini sono liberi di girare nel proprio comune senza obbligo di autocertificazione, sempre tra le 5 e le 22. E ritorna la possibilità di far visita una volta al giorno ad amici e parenti nel comune al massimo in due persone con figli under 14 al seguito.



NEGOZI

Aperti tutti i negozi con restrizioni solo per i centri commerciali nei weekend. All’interno dei centri commerciali, nelle giornate festive e prefestive, resteranno chiusi i negozi ad eccezione di punti vendita di generi alimentari, agricoli e florovivaistici, delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, tabacchi, edicole e librerie.

BAR E RISTORANTI

Potranno continuare a lavorare soltanto attraverso la consegna a domicilio (senza limitazioni) e con l’asporto (fino alle 22, con divieto di consumazione sul posto). Discorso leggermente diverso per bar e altri esercizi privi di cucina, per i quali l’asporto è consentito fino alle 18.

PARRUCCHIERI ED ESTETISTE

Tornano al lavoro anche estetisti e parrucchieri: mentre in precedenza era stata garantita l’apertura di queste attività anche in zona rossa, il precedente Dpcm ne aveva imposto la chiusura.

SPORT E PASSEGGIATE

Passeggiate, giri in bicicletta e corsa possono spaziare su tutto il territorio comunale. Sono consentiti gli sport individuali senza contatto e all’aperto come il tennis, il golf, il padel. Anche in arancione restano chiuse palestre e le piscine. 
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi