Contenuto riservato agli abbonati

La coop di Monzambano che dà lavoro ai disabili: «Dopo il Covid cambierà tutto»

La San Marco si prepara alla sfida sociale innescata dalla pandemia. Nata nel 1984 su ispirazione di don Pozzetti, ha trovato un impiego a tanti

MONZAMBANO. Nasce il 16 ottobre dell’84 la cooperativa sociale di solidarietà San Marco, dall’ispirazione di don Bruno Pozzetti e dalla sensibilità di alcuni volontari sui problemi legati alla disabilità e al disagio giovanile.

All’epoca il Comune di Peschiera del Garda concesse in comodato gratuito alcuni locali della caserma di artiglieria Porta Verona, oggi la sede operativa è a Monzambano. «La nostra realtà  si occupa dell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate – spiega la presidente Cristina Bertucco – Trentasette anni rappresentano un grande traguardo, raggiunto con non poca fatica e tanti sacrifici».

Video del giorno

Calenda a Mantova per il nuovo libro: «Occidente in crisi, si torni a pensare ai diritti»

La guida allo shopping del Gruppo Gedi