A Castiglione gli studenti contattano gli anziani da vaccinare

Elisabetta, Matteo e Justin frequentano l'istituto superiore Gonzaga e si sono messi a disposizione dell’ospedale: in una settimana oltre 1.300 telefonate agli ultraottantenni per raccogliere le prenotazioni

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. L'istituto superiore Francesco Gonzaga si è messo al servizio del territorio e con tre studenti, ai quali si è unito un tirocinante, ha contribuito a contattare, in una settimana, oltre 1300 ultra-ottantenni da vaccinare.

Un percorso speciale di Pcto (Percorso per le competenze trasversali e per l'orientamento, e cioè la nuova definizione dell'alternanza scuola-lavoro ) che non sarà facilmente dimenticato da Matteo Loda, Elisabetta Bertuzzi e Justin Agugo (tutti della classe 3SA), coordinati direttamente dalla dirigente Leontina Di Claudio, oltre all'apporto del tirocinante Alessio Gjoka, perché hanno collaborato con l'Ospedale San Pellegrino e il comune di Castiglione delle Stiviere.



«La richiesta è arrivata dal comune e ci ha trovati pronti - spiega la Di Claudio - perché anche noi come scuola avevamo raccolto, nelle scorse settimane, l'appello ad essere disponibili a dare il nostro contributo. A quel punto abbiamo identificato tre ragazzi e siamo stati ricevuti dal San Pellegrino che ci ha messo a disposizione, in piena sicurezza, tre uffici nella zona amministrativa. I tre ragazzi e la ragazza hanno, dunque, potuto lavorare da soli, senza alcun contatto con personale esterno e sotto la mia tutela e controllo. La direzione dell'Ospedale ci ha formati, spiegandoci come funzionava la telefonata e cosa dovevamo fare».

Nell'arco di una settimana, e cioè da venerdì 2 a venerdì 9 aprile (esclusi i giorni di Pasqua), lo staff del Gonzaga ha telefonato a circa 1300 persone di età compresa fra i 106 anni e gli 80. Oltre alla telefonata di spiegazione, i ragazzi hanno preso la prenotazione - quasi sempre per il giorno successivo - e hanno riempito i posti del polo vaccinale. In questo modo, in una settimana, tutti gli ultra-ottantenni chiamati sono stati vaccinati.

«Un progetto che ci rende orgogliosi per la bella collaborazione che si è creata, ancora una volta, con il nostro Istituto Superiore - spiega l'assessore Erica Gazzurelli, responsabile anche della delega dell'istruzione - e soprattutto anche per il fatto che è stato un modo per mettere in contatto le varie generazioni. Allo stesso tempo ci teniamo a precisare a tutti gli altri volontari che si erano resi disponibili con "Siamo in Rete", che la loro generosità non verrà dimenticata anche perché questa emergenza ancora non è finita e ci sarà bisogno dell'aiuto di tanti e di tutti. I nominativi che abbiamo raccolto saranno conservati e verranno presi in considerazione per operazioni future». Anche il Gonzaga fa sapere si essere a disposizione per eventuali nuove collaborazioni.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi