Volontario e sportivo: Riva di Suzzara piange Luca Badiali

Aveva 49 anni e lottava da tempo contro una malattia dalla quale sembrava essersi ripreso. I funerali si svolgeranno il 16 aprile

SUZZARA. Mondo dello sport e del volontariato in lutto per la prematura scomparsa di Luca Badiali, 49 anni. Da tempo lottava contro una malattia dalla quale sembrava essersi ripreso poi, a settembre 2020, sono sorte altre complicazioni.

I funerali si svolgeranno il 16 aprile partendo dall'abitazione di via Selmanenti 9 per la chiesa San Colombano di Riva. Dopo la messa la salma verrà trasferita al cimitero di Mantova per la cremazione. Luca era uno dei tanti ragazzi cresciuti nell'oratorio di Riva con l'attuale parroco don Giorgio Bugada, addolorato per non poter celebrare i funerali poiché, verso la fine di marzo scorso, a causa di una caduta accidentale davanti alla canonica si è procurato una frattura e ha una gamba ingessata.

Luca era un ragazzo dal carattere solare che collaborava col comitato “RivaxRiva” i cui volontari si sono sempre impegnati ad organizzare feste, eventi e manifestazioni per animare la piccola ma operosa frazione suzzarese.

Durante le feste di carnevale che si svolgevano in paese o a Suzzara, amava travestirsi: nel 2014, ad esempio, si era vestito in stile discoteca anni '70 con parruccone e pantaloni a zampa di elefante. Da 12 anni faceva parte del consiglio di amministrazione della Polriva che organizza eventi sportivi e per Riva si impegnava per fare in modo che tutto fosse in ordine in occasione della marcia podistica che si svolge a maggio.

Luca lascia nel dolore la sorella Emanuela, la nipote Isanna con Fabio, le zie, i cugini, i parenti tutti ma soprattutto i tanti amici che hanno condiviso con lui momenti di spensierata allegria. 

Video del giorno

La tempesta di fulmini della notte di giovedì 22 luglio vista dal piazzale di Grazie

La guida allo shopping del Gruppo Gedi