Contenuto riservato agli abbonati

Magazzino di formaggio 4.0: navette autonome per le forme

Struttura di 7mila metri a Bondeno voluta dall’azienda Fienilnuovo 1644. Nelle stalle docce, massaggi, ventilatori e tende da sole per le vacche

GONZAGA.  Sta nascendo in via Bondeno Est nella zona industriale deputata della frazione gonzaghese un nuovo prefabbricato che ospiterà un magazzino di 180mila forme di Parmigiano Reggiano. Si tratta di una struttura di 7mila metri quadrati di proprietà di Giancarlo Lanfredi, titolare dell'azienda agricola Fienilnuovo 1644 situata in strada Carlo Guerrieri Gonzaga. La società agricola è produttrice di Parmigiano Reggiano ed è all’avanguardia in termini di innovazione, tecnologia, sostenibilità, benessere animale e valorizzazione del territorio. Le origini sono molto antiche, risalenti al 1876, e il territorio in cui è situata è appartenuto a una delle più importanti casate lombarde del Rinascimento: i Gonzaga.

Il nuovo magazzino è costruito dalla ditta SaviL di Luzzara (Reggio Emilia). Il progettista e direttore dei lavori è l'ingegnere Fabio Capiluppi di Reggiolo. Alla realizzazione del magazzino, che dovrebbe essere terminato entro la fine di quest'anno, partecipa anche una società di capitale: la Zentith srl di via Bianca Maria 25 di Milano. L'investimento si aggira intorno ai 4 milioni di euro.


Sarà un magazzino automatizzato 4.0 dotato delle più sofisticate tecnologie a partire dalle scaffalature antisismiche fino ad arrivare alle navette automatiche per il trasporto delle forme di formaggio, stoccate in un modulo di carico da 32 unita ciascuno. Una soluzione che permette lo stoccaggio di migliaia di forme. Una navetta consente la totale automazione dei magazzini tramite l’uso di trasloelevatori dedicati, con la movimentazione e la spazzolatura delle singole forme con tecniche tradizionali. L’altra è pensata per ambienti con scaffalature tradizionali dove, grazie a una speciale installazione semiautomatica, le macchine permettono la piena automazione e interconnessione di ogni processo e posizione di lavoro all’interno dei magazzini.

L'imprenditore mantovano nel 2002 ha creato una stalla di bovini da latte, successivamente ha acquistato i terreni per il foraggio, nel 2018 ha costruito il caseificio e i magazzini di stagionatura per rendere l’azienda autonoma e a filiera chiusa, garantendo la completa tracciabilità dei prodotti. I 3mila capi bovini di razza Frisona italiana sono allevati in stalle costruite in modo da garantire il benessere animale e il miglior comfort: dalle docce alle macchine per massaggi, ai ventilatori giganti per muovere l’aria, dalle tende da sole ai robot per la distribuzione del fieno alle vacche. Il tipo di alimentazione e lo stile di vita, uniti all’abolizione di estrogeni, ormoni e altri inibitori della crescita, consentono di ottenere latte di alta qualità L’azienda di Palidano produce Parmigiano Reggiano con il brand Fienilnuovo 1644 (il numero di matricola del caseificio) in diverse stagionature, 12, 18, 24 e 30 mesi. —

 

Video del giorno

Assemblea alla Canottieri Mincio: c'è il quorum, il circolo verso la salvezza

La guida allo shopping del Gruppo Gedi