Dipendenti con il virus, la carpenteria metallica sanifica e riparte subito

La cosa sarebbe venuta alla luce con un tampone rapido a cui si è sottoposto in modo spontaneo un dipendente

SAN GIORGIO BIGARELLO. Nuovo caso di contagio da coronavirus in un’azienda. Si tratta della G.B.M., carpenteria metallica di San Giorgio Bigarello con due sedi produttive, a breve distanza, in via Volta.

Tutto sarebbe nato, secondo la ricostruzione dell’azienda, dalla scoperta di uno dei 26 dipendenti di essere positivo al Covid. La cosa sarebbe venuta alla luce con un tampone rapido a cui si è sottoposto in modo spontaneo. Ma la comunicazione del fatto all’azienda ha innescato l’inevitabile protocollo di sicurezza.

Sono state informate le autorità sanitarie, quindi tutti i dipendenti presenti al lavoro, l’altro giorno, sono stati sottoposti a tampone rapido. Con questo test è risultato positivo un altro dipendente che è stato lasciato a casa così come il primo contagiato. Questo in attesa del tampone molecolare che possa confermare il sospetto di positività.

Ieri mattina, poi, l’azienda ha aperto i battenti di buon mattino per avviare la sanificazione totale degli ambienti produttivo. Un paio di ore prima di avviare la produzione per non rimanere indietro con le commesse dei clienti. La G.B.M. è ormai storica a San Giorgio Bigarello, visto che la sua nascita risale agli anni Settanta. 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi