Truffatore dello specchietto fermato e denunciato dalla polizia di Mantova

Ad avvertire la questura è stata la vittima designata: il malvivente è un pluripregiudicato specializzato in reati di questo tipo

MANTOVA. Il raggiro è vecchio ma, purtoppo, ancora attuale: il truffatore manda in frantumi lo specchietto laterale della propria auto per poi fingere di avere subìto un impatto con il veicolo della vittima designata. Da copione, il passo successivo prevede la richiesta di un risarcimento in denaro per evitare trafile burocratiche con l’assicurazione. Ma il truffatore fermato e denunciato il 21 aprile dalla polizia è stato sorpreso prima che riuscisse a mettere in atto la sua sceneggiata criminale: si tratta di un 55enne pluripregiudicato mantovano specializzato in questo tipo di reati.
 
A smascherarlo è stata proprio la vittima prescelta che, uscendo dal suo garage, nel quartiere di Valletta Paiolo, ha notato un individuo sporgersi dal finestrino di un’auto in sosta e colpire con un attrezzo metallico il proprio specchietto retrovisore, mandandolo in frantumi. Beccato. La vittima, già truffata con lo stesso espediente, ha accostato e avvertito il criminale che avrebbe chiamato subito la polizia.
 
Per tutta risposta, il truffatore si è dato alla fuga, ma non abbastanza velocemente da evitare che il cittadino annotasse il numero della targa. Morale, gli agenti della Volante e la Squadra Mobile sono riusciti a incastrare il malvivente, sia attraverso l’analisi delle telecamere di sicurezza puntate sulle strade del quartiere, sia attraverso il riconoscimento fotografico effettuato dalla vittima predestinata.
 
F.F., queste le iniziali del truffatore, è stato individuato e fermato mentre si allontanava dalla città in direzione Goito: a bordo dell’auto, l’attrezzo utilizzato per frantumarsi lo specchietto. Condotto negli uffici di piazza Sordello, il 55enne è stato denunciato per tentata truffa.
 
Non solo. In considerazione dei numerosi e gravi precedenti penali, il questore Paolo Sartori ha dato disposizioni alla Divisione Anticrimine di avviare in via d’urgenza il procedimento per l’applicazione a carico del truffatore delle misure previste dal Codice Antimafia.
 
La Questura invita i cittadini a prestare particolare attenzione a questo tipo di truffa, segnalando tempestivamente ogni situazione sospetta alla polizia.
Video del giorno

Mantova, è tutto pronto per il Gran Premio Nuvolari

La guida allo shopping del Gruppo Gedi