Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, lettera aperta di 90 professionisti: «Così del Poma resterà un cumulo di macerie»

Le parole dei sanitari: mandati a operare dai privati, liste d’attesa allungate, reparti allo sbando, noi umiliati

Riceviamo da un gruppo di 90 professionisti della sanità mantovana questa lettera aperta ai cittadini e alle istituzioni locali che pubblichiamo integralmente, accogliendo la richiesta (che essi stessi motivano) di non pubblicare le generalità dei firmatari.

«Cari cittadine e cittadini, egregio Sindaco, autorevoli politici mantovani, a scrivervi è un gruppo di medici e professionisti che sente la necessità di informarvi su quello che sta succedendo nell’Ospedale della vostra città e della vostra provincia.


L’Asst Carlo Poma di Mantova è l’unico ospedale della provincia e della zona sudorientale della Lombardia ad avere tutte le specialità internistiche e chirurgiche.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Mantova accende il Natale, festa per le luminarie

La guida allo shopping del Gruppo Gedi