Lettera dagli ambientalisti: «Dite no alla maxi-centrale a Ostiglia»

L'appello di comitati e associazioni a sindaci, Provincia è prefetto: «Sarebbe ipocrita dichiararsi tutti d’accordo nel combattere l’inquinamento e poi, quando ci può decidere, si avalla un suo aumento»

OSTIGLIA. Una lettera aperta rivolta ai sindaci, alla Provincia e al prefetto, con la richiesta di farsi carico del problema legato al progetto di ampliamento della centrale termoelettrica di Ostiglia, e «di pretendere di intervenire nel processo decisionale in nome dei cittadini». In calce, undici nomi di associazioni e comitati ambientalisti, del Mantovano come del Veneto, tra cui le associazioni Ambiente e Vita di Borgo Mantovano, Aria Pulita di Sermide e Felonica, Wwf Ostiglia, Isde-Medici per l’Ambiente di Mantova, Noi Ambiente e Salute di Viadana e Ostiglia in Movimento. E ancora, i comitati mantovani: Cittadini per l’Ambiente di Ostiglia, Gaeta di Schivenoglia, Terre di Zara di Moglia.

«Sarebbe inutile, e anche ipocrita, dichiararsi tutti d’accordo nel combattere l’inquinamento atmosferico e nel volerlo ridurre a tutti i costi, se poi, quando vi sono circostanze concrete per assumere una decisione (magari invogliati dalle compensazioni economiche previste dalla legge Marzano), si avalla disinvoltamente un suo aumento» tuona il fronte ambientalista, che nella lettera riassume la vicenda, dai numeri del progetto di ampliamento di Ostiglia («Quasi un raddoppio di potenza») alla situazione ambientale della area padana, «la più inquinata d’Europa».


Tra i punti più importanti, la richiesta che vengano installati dei particolari filtri, gli Scr, da pretendere in ogni caso visto che la centrale attuale ne è sprovvista. Ma anche la presenza di filtri non basterebbe a fugare le paure, perché le emissioni della «centrale futura, pur con i filtri, sarebbero molto superiori a quelle attuali».

Insomma, bisogna fare fronte comune e lo deve fare tutto il territorio, perché l’impatto ambientale non riguarderà certo solo Ostiglia.

Intanto il comitato Cittadini per l’Ambiente di Ostiglia incalza il sindaco, Valerio Primavori, che a gennaio sulla Gazzetta aveva annunciato la nomina di un consulente esterno super partes per analizzare i dati presentati da Ep Produzione, la società che gestisce la centrale. Che ne è di quel tecnico, visto che il 7 maggio scadono i termini per presentare osservazioni al ministero sul progetto? 

Video del giorno

La rissa di sabato sera in un bar di piazza Broletto a Mantova e il fuggi fuggi generale

La guida allo shopping del Gruppo Gedi