Contenuto riservato agli abbonati

Api in affitto per impollinare: a Mantova le richieste sono in aumento

Giudici: «C’è più consapevolezza anche per la sensibilità dei consumatori». La permanenza sul campo è variabile: più lunga per angurie e meloni

MANTOVA. Portano le arnie vicino a frutteti o campi coltivati. Le loro api, poi, fanno il resto: assicurano che le piante siano fecondate e producano frutti. Più buoni degli altri, perché più il fiore viene visitato dall’ape e migliore è la qualità del frutto. Il lavoro di impollinazione non è una novità, ma nel Mantovano, a differenza di altre zone d’Italia, sono ancora pochi gli apicoltori che vi si dedicano: per farlo, servono dai venti ai sessanta alveari, a volte persino cento, ed è bandita l’improvvisazione.

È, insomma, un lavoro per professionisti dell’alveare (circa 200 il totale dei produttori, compresi gli appassionati fonte Confagricoltura).

Video del giorno

Mantova, a bosco Virgiliano l'oasi per gli animali selvatici feriti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi