Mantova, muore per il Covid a 67 anni l’impresario funebre Gusberti

Un mese e mezzo fa era stato ricoverato all’ospedale Oglio-Po di Casalmaggiore, poi nel giro di pochi giorni le sue condizioni sono precipitate fino a rendere necessario il trasferimento a Cremona

MANTOVA. Ennesima vittima del Covid-19 in provincia di Mantova. Gianfranco Gusberti, titolare dell’omonima agenzia di onoranze funebri di Marcaria, è morto all’ospedale di Cremona a seguito delle complicazioni del coronavirus.

«Mio fratello aveva 67 anni – spiega Ermanno Gusberti– prima del contagio non soffriva di alcuna malattia grave, stava bene. Un mese e mezzo fa circa è stato ricoverato all’ospedale Oglio-Po di Casalmaggiore, le sue condizioni non erano particolarmente preoccupanti. Poi però nel giro di pochi giorni la situazione è precipitata ed è stato necessario il trasferimento a Cremona: lì le complicazioni del Covid lo hanno piano piano portato fino alla tragedia di oggi (il 3 maggio, ndr)».

Fatale a Gusberti, in particolare, è stata la polmonite bilaterale, malattia tristemente nota da oltre un anno a questa parte. Da alcuni giorni i tamponi a cui era sottoposto il 67enne davano esito negativo ma purtroppo il virus aveva ormai intaccato gli organi vitali.

Gusberti, che aveva ereditato l’agenzia di onoranze funebri dal padre Giannino, per anni l’ha diretta insieme al fratello Ermanno: le loro strade lavorative ultimamente si erano divise. Il 67enne era sposato e padre di Mattia. I funerali si svolgeranno il 6 maggio alle 10 nella chiesa di Marcaria.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi