In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Lavori al Vasarone: la ciclabile dei Mulini a Mantova resta ancora chiusa

Il cantiere dell’Aipo consentirà la riapertura a metà giugno. Il problema: la pista bassa è scarsamente illuminata

Sandro Mortari
1 minuto di lettura

MANTOVA. Brutte notizie per chi ama spostarsi in bicicletta per la città. La ciclabile in fregio al ponte dei Mulini che porta a Cittadella rimarrà chiusa ancora per un mese e mezzo. Colpa dei lavori di manutenzione straordinaria al manufatto idraulico del Vasarone che si stanno prolungando più del dovuto. E così, la ciclabile, che avrebbe dovuto aprire il 1° maggio, resterà chiusa sino al 15 giugno per consentire ai mezzi del cantiere di muoversi liberamente.

Questo costringerà i ciclisti a utilizzare la ciclabile bassa verso il lago per raggiungere Cittadella oppure per venire in città. Una soluzione che va avanti dal settembre dello scorso anno quando la pista fu chiusa per consentire i lavori a cura di Aipo e che ha già suscitato parecchie proteste: la ciclabile bassa, infatti, è scarsamente illuminata e, quindi, poco sicura per chi la percorre al calare del sole o addirittura di sera.

Soprattutto adesso con la bella stagione saranno sempre di più coloro che sceglieranno una mobilità alternativa all’auto e al ciclomotore per attraversare il ponte dei Mulini. Per loro è previsto un aumento dei disagi. Basti pensare che il tragitto da Mantova a Cittadella e viceversa, a detta di chi lo percorre quasi giornalmente pedalando, si è allungato.

E così, la ciclabile continuerà a rimanere chiusa per tutta la sua estensione, dall’attraversamento pedonale posto allo sbocco di viale Mincio fino al civico 11 di piazza Porta Giulia. In via dei Mulini per le auto sarà istituito il senso unico alternato ma solo per il tempo necessario a consentire le operazioni di carico e scarico relative al cantiere, ad esclusione degli orari di punta e cioè tra le 7 e le 9, tra le 12 e le 14 e tra le 17 e le 19, quando la circolazione sarà a doppio senso. I lavori in corso al Vasarone, il manufatto che regola il salto dell’acqua tra il lago Superiore e quelli di Mezzo e Inferiori, posti ad un livello più basso, ammontano a 1.750.000 euro.

Sono suddivisi in due lotti: il primo riguarda la sostituzione delle paratoie minori, mentre il secondo la messa in sicurezza sismica dell’edificio dopo le scosse del 2012 che l’avevano danneggiato, e la sostituzione della paratoia principale con cui viene regolata la portata d’acqua in caso di forti temporali che ingrossano il Mincio a monte.

 

I commenti dei lettori