Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, l'onda rossa Corneliani al presidio per Luana: «Basta morti di lavoro»

Il messaggio della fabbrica portato a Prato da un’operaia: «Non siete soli a combattere perché non accada mai più»  

MANTOVA. «Sono qui per dirvi che non siete soli a combattere per un posto di lavoro sicuro, perché con la vostra lotta, la nostra lotta, dobbiamo fare in modo che non ci sia più nessun lavoratore che abbia lo stesso destino di Luana e Sabri». Si chiude così il messaggio delle lavoratrici della Corneliani e della Filctem Cgil di Mantova che l’operaia Elena Soccornini porta oggi 7 maggio a Prato dove a nome di tutte le colleghe e i colleghi della casa di moda partecipa allo sciopero e al presidio proclamato da Cgil, Cisl e Uil dopo la morte della 22enne Luana d’Orazio, stritolata da un macchinario nell’azienda tessile di Oste di Montemurlo dove era stata assunta con un contratto da...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Mantova: il ministro Giorgetti in visita alla Corneliani

La guida allo shopping del Gruppo Gedi