Contenuto riservato agli abbonati

Tabaccheria superfortunata a Roncoferraro: due vincite da 100mila euro

Al Signo’s Cafè di Barbasso un pensionato premiato dal Gratta e Vinci. E un imbianchino sbanca il 10 e lotto. «È saltato sulla sedia e poi è sbiancato»

RONCOFERRARO

Due vincite da centomila euro nel giro di pochi giorni. Tabaccheria superfortunata a Barbasso dove un pensionato prima ed un artigiano poi sono riusciti a portarsi a casa ciascuno un consistente bottino da 100mila euro. «Mi fa piacere, sono persone che conosco» dice il titolare Andrea Signoretti, 35 anni, che dal 2010 gestisce la tabaccheria-bar con annessa cartoleria ed edicola. Un punto fermo nella piccola frazione che nel giro di tre settimane ha fra i suoi abitanti due famiglie che hanno visto crescere la loro ricchezza grazie ad un colpo di fortuna.

Tabaccheria superfortunata: due vincite da 100mila euro

La prima giocata è stata fatta tre settimane fa.«Un pensionato - spiega il titolare -. Ha comprato un biglietto maxi da 20 euro ed è andato a casa». L’incredulità deve avere avuto il sopravvento perché ci sono voluti tre giorni per tornare alla tabaccheria e chiedere spiegazioni. «Gli ho detto che era una vincita da centomila euro. Per mostrarglielo ho inserito il biglietto nel lettore, che mi ha confermato che non potevo pagare direttamente, essendo una vincita notevole». Il gestore spiega la procedura per la riscossione, ma l’anziano ha ragionato di testa sua, chiedendo di non divulgare la notizia della vincita sino a quando non fosse stato sicuro dell’incasso. «È andato direttamente a Roma in treno - sorride Signoretti - per sincerarsi della vittoria e dell’incasso. È tornato e mi ha detto che era tutto a posto, ringraziandomi e spiegandomi che avrebbe dato la vincita ai figli».

Un grazie che deve avere avuto un effetto benefico perché ieri 6 maggio 2021, attorno alle 12, un imbianchino locale ha acquistato un tagliando del gioco 10 e lotto, le cui estrazioni si hanno in diretta ogni 5 minuti e sono verificabili da uno schermo presente in ricevitoria. Il 39enne si è seduto su uno sgabello ed ha atteso. «Quando hanno estratto il sesto numero dei 10, ha iniziato a dire, “Beh, qualcosa ho vinto”, poi con il settimo e l’ottavo estratto è quasi sbiancato - racconta il gestore -. Al nono numero vincente ha gridato: “Ma sono un sacco di soldi”». Mancavano le ciliegine, entrambe i numeri oro azzeccati, cosa che ha fatto lievitare la vincita a 100mila euro e fatto balzare l’uomo dallo sgabello e ringraziare il titolare.

Video del giorno

La rissa di sabato sera in un bar di piazza Broletto a Mantova e il fuggi fuggi generale

La guida allo shopping del Gruppo Gedi