Suzzara e Motteggiana: lo studio di fattibilità incoraggia la fusione

Con 23mila abitanti, il Comune avrebbe peso in provincia. Attesi risparmi e 20 milioni di contributi statali in dieci anni 

SUZZARA-MOTTEGGIANA. Perché fondere i Comuni di Motteggiana e Suzzara? Perché il nuovo Comune, da oltre 23mila abitanti, avrebbe molto più peso in provincia. Inoltre perché la razionalizzazione delle risorse assicurerebbe maggiori e migliori servizi alla cittadinanza. Infine perché, sul piano economico, la fusione consentirebbe notevoli economie di scala con conseguenti risparmi, e perché dallo Stato arriverebbero venti milioni in dieci anni come contributi.

Questo il succo dello studio di fattibilità che lo studio legale tributario Cda di Mantova ha redatto per conto dei due municipi, per valutare se la fusione mediante incorporazione del Comune di Motteggiana in quello di Suzzara possa essere davvero un’opportunità per poter assicurare, anche in futuro, servizi quantitativamente e qualitativamente adeguati ai cittadini, per realizzare le opere che servono al territorio, per ridurre le spese strutturali e consentire un complessivo miglioramento dell’organizzazione.


Nello studio sono stati analizzati tutti i dati: territorio, popolazione, servizi, agricoltura, industria, istituti bancari, uffici postali, scuole, trasporti, forze dell’ordine, istituzioni religiose.

Motteggiana e Suzzara, si sottolinea nel documento, sono territori contigui, omogenei e affini sotto diversi punti di vista, sociali e culturali. Esiste fra le due comunità una migrazione quotidiana, per motivi di lavoro, di studio, per fruizione di servizi e per svago. Esiste, anche, dal punto di vista amministrativo, una storicità nella gestione di alcuni servizi in convenzione, quali trasporto scolastico, servizi scolastici e servizi sociali; per altri servizi, polizia locale e ufficio ragioneria, è stata recentemente avviata una collaborazione.

Con la proposta di fusione nascerebbe, dunque, un nuovo comune di 23.686 abitanti. Di poco inferiore alla popolazione del comune di Castiglione, al 31 dicembre 2020, che risulta essere di 23.698 abitanti.

La fusione, si sottolinea poi nello studio, consentirà risparmi nella spesa oggi assorbita dalle funzioni di amministrazione, gestione e controllo, che comprendono sia le spese relative alla governance ed agli organi di controllo, ma soprattutto quelle per le attività di funzionamento dell’ente (gestione economica, gestione delle entrate e dei beni, organizzazione e gestione del personale) e per l’esercizio di funzioni istituzionali (ufficio tecnico, demografici).

Unificando il territorio di Suzzara e Motteggiana, in considerazione del fatto che Suzzara è sede di molteplici servizi (Inps, agenzia delle entrate, istituti di credito, ecc….) ai quali già oggi i cittadini di Motteggiana si rivolgono, si attende anche un miglioramento dell’equità nell’accesso ai servizi pubblici locali; «Anche in questo caso, il processo di fusione ha sicuramente il pregio di muoversi nella direzione giusta».

Non bisogna in alcun modo, avverte però lo studio Cda, correre il rischio che l’unificazione degli enti comunali possa avere effetti negativi per i cittadini in termini di minore partecipazione o maggiore distanza dai punti di accesso ai servizi, sia perché l’unificazione riguarda la struttura gestionale dei servizi e non la distribuzione territoriale dei punti di erogazione degli stessi, sia perché i cittadini sono, di fatto, abituati da tempo a muoversi su distanze che oltrepassano i confini comunali.

Ad ogni modo, l’iter che porta alla fusione deve passare attraverso il referendum consultivo. Al referendum saranno presentate due schede. Nella prima i cittadini saranno chiamati ad esprimersi se favorevoli o contrari alla fusione. Nella seconda scheda saranno chiamati a scegliere il nome del Comune nato a seguito della fusione.–



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il ministro Garavaglia visita il Forte di Pietole

La guida allo shopping del Gruppo Gedi