Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, trovato senza vita in casa: la figlia presenta un esposto

L’uomo, 66 anni, era stato vaccinato tre giorni prima. Ora l’autopsia: c’è relazione tra morte e dose inoculata?

MANTOVA. La salma di un uomo di 66 anni residente in città è bloccata da mercoledì sera nelle camere mortuarie dell’ospedale di Mantova. La famiglia chiede che venga eseguita l’autopsia per capire cos’abbia provocato il decesso del 66enne. Proprio per questo ha inviato, tramite un legale, un esposto in Procura con il quale la figlia della vittima chiarisce che il padre è stato vaccinato nella giornata di domenica con AstraZeneca.

Video del giorno

L’inaugurazione della Casa di Comunità di Goito con Fontana e Moratti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi