In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Via libera dal 15 maggio, ma molte piscine mantovane si prendono più tempo

Airone di Goito, Asola e San Lazzaro (parco) provano ad aprire subito. Ma è previsto brutto tempo. Il periodo più gettonato è tra il 29 maggio e la prima metà di giugno. E intanto arriva la novità: obbligo di prenotazione

2 minuti di lettura

MANTOVALa novità più importante è  targata lunedì 10 maggio: per andare in piscina in estate si dovrà prenotare. Ora i gestori dovranno valutare come organizzarsi e prevedere di conseguenza i tempi necessari per ripartire.


Di fatto, comunque, da questo sabato, 15 maggio, possono riaprire le piscine all’aperto. Ma chi lo farà? Il meteo non promette bene. Ecco una rapida carrellata, non esaustiva, dai territori.

CITTà E DINTORNI

A Mantova la comunale Dugoni ripartirà dai primi di giugno con un nuovo gestore, il gruppo spagnolo Forus, che ha rilevato gli impianti da Sport Management. Lo stesso accadrà anche per Porto, sempre passata a Forus, e la riapertura è prevista in giugno. In città ci sono anche gli impianti privati della San Lazzaro di Borgo Angeli («Dovremmo riaprire sabato, ma come parco, per le piscine il 29 maggio») e la Canottieri Mincio (si pensa dal primo giugno).

A San Giorgio Bigarello si lavora per riaprire il 5 giugno. A Cerese servirà più tempo: il Comune, che cercava un gestore dopo l’addio di Verona85, l’ha però trovato. È la società Gis di Viadana, che già gestisce Viadana, Bozzolo e Pegognaga. Ora servono, però, lavori.

Ecco poi gli impianti di Roncoferraro e Castelbelforte. Per il primo tempi lunghi (il Comune sta cercando un gestore); per il secondo si pensa al via tra metà giugno e inizio di luglio.

Andando verso nord, la piscina privata “il Borgo” di Marmirolo fa sapere che riaprirà il 22 maggio il parco e il 29 anche le vasche.

Andiamo a Goito. «Siamo all’opera per riaprire già questo sabato – assicura Carlo Sordelli, proprietario del centro piscine Airone –. Le prenotazioni? Non sono un problema». A Marsiletti c’è il parco Aquablu: «Avevamo intenzione di aprire domenica– dice il gestore Davide Savi – ma le previsioni sono brutte. Quindi apriremo sabato 22 e domenica 23. Dal 24 al 29 terremo chiuso, poi dal 30 apertura tutti i giorni fino a settembre».

Infine, dall’Oasi Boschetto di Curtatone comunicano, che, come da tradizione, si parte alla fine di maggio (il 29).

ALTO MANTOVANO

Si torna a nuotare che nell’Alto Mantovano. Ad Asola si riparte sabato (vasche all’aperto, parco e servizio bar-ristorante): fino a giovedì tutte le prenotazioni si fanno alla segreteria del centro sportivo (0376-719362). Per quanto riguarda Castel Goffredo, bisogna aspettare il 29 maggio. Fino  a venerdì 28 maggio la reception sarà aperta per le iscrizioni al summer camp.

Quanto a Castiglione delle Stiviere, invece, il parco estivo aprirà sabato 29 maggio alle 14, mentre le vasche interne per il nuoto libero apriranno il 1 giugno. Il sabato e la domenica saranno chiuse. Infine, dai due grandi parchi acquatici, La Cavallara di Volta e La Quiete di Lonato, ancora nessuna data ufficiale.

VIADANESE

Definita anche la situazione del Viadanese. Riapertura dal 29 maggio sia a Viadana che a Bozzolo, ma a Viadana c’è anche la vasca interna alla quale sarà possibile accedere dal primo giugno.

SUZZARESE

A Suzzara c’è l’impianto “Cloromania” di via Mitterrand: «Non apriremo il 15 perché il tempo non ci aiuta – dicono i gestori – . Come centro natatorio apriamo il 2 giugno. La palestra per il fitness all’aperto parte, invece, lunedì 17 maggio». A Moglia, all’impianto “Acquamarina” in via Nuvolari, il titolare Franco Prando ha assicurato che l’apertura avverrà domenica 6 giugno.

Per quanto riguarda la piscina di Torricella di Motteggiana, il bando per il nuovo gestore scade venerdì. Al momento sono sette le società interessate alla gestione. Il Comune procede con alcuni lavori di miglioria. A Pegognaga via il 29 maggio (da giugno la vasca interna). Infine, a San Benedetto Po (piscina coperta) ancora si sta valutando una data.

DESTRA SECCHIA

Ultima tappa, il Destra Secchia: a Poggio Rusco si prevede la riapertura per la metà di giugno, a Ostiglia la data stimata è il primo giugno. 

 

I commenti dei lettori