Zaki cittadino onorario di Villimpenta: «Vogliamo dare valore a chi lotta per i diritti»

Durante il consiglio comunale approvato il consuntivo 2020. Nelle casse è rimasto mezzo milione ma se ne potrà spendere soltanto la metà

VILLIMPENTA. Da giovedì sera 6 maggio Patrick Zaki, il giovane egiziano incarcerato al Cairo, è cittadino onorario di Villimpenta. Lo ha deliberato il consiglio comunale all’unanimità. «Con questa nostra decisione - ha osservato Luciana Esposito, consigliere delegato alle politiche giovanili - intendiamo sollecitare il governo affinché dia la cittadinanza italiana a questo giovane egiziano incarcerato per le sue idee. Non è una scelta politica, ma per dare valore a chi si batte per i diritti umani. Anche se siamo un piccolo comune dobbiamo dare un segnale che non vuol dire schierarsi da una parte, ma per dare invece maggior peso all’azione del nostro governo affinché il giovane studente dell’università di Bologna sia liberato».

Il consiglio, in precedenza, ha approvato, sempre all’unanimità, il bilancio consuntivo 2020 che si chiude con un avanzo di 565.512 euro. «Di questi – ha puntualizzato il sindaco Fabrizio Avanzini - 105.022 sono vincolati, 197.500 vanno accantonati e solo 252.307 euro si possono spendere». Sintetico il commento di Luciano Giraldini, capogruppo di minoranza: «Una bella sorpresa questo avanzo così consistente». Il sindaco ha ammesso che «quest’anno quasi tutti i Comuni hanno avuto avanzi così. Ma una ragione c’è. Abbiamo sospeso, causa Covid, tutte le utenze, dalla palestra alle scuole, alla sala polivalente, al campo da calcio. Inoltre abbiamo ricevuto dallo Stato 75mila euro ed è stata sospesa la rata di mutui per 170mila euro».


Approvato all’unanimità l’accordo quadro tra le amministrazioni locali, compresa la Provincia, per un’azione comune contro l’insediamento della Rmi Italia Spa per una discarca di rottami da demolizioni di auto prevista a Sorgà. «Aderiamo con altri 13 Comuni, veronesi e mantovani – ha detto il sindaco – e Sorgà sarà capofila per tutte le azioni contro l’insediamento. I costi di queste iniziative saranno tutti a carico del comune di Sorgà».




 

Video del giorno

La rissa di sabato sera in un bar di piazza Broletto a Mantova e il fuggi fuggi generale

La guida allo shopping del Gruppo Gedi