Contenuto riservato agli abbonati

Lo stop al cracking Versalis sul tavolo del governo. Da Mantova i sindacati: non lasci la pianura padana

Al vertice convocato da Mise e ministero della Transizione ecologica i segretari di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, il sindaco Palazzi e la Regione Lombardia 

MANTOVA. L’appuntamento è alle 18: a 48 ore dallo sciopero dei 390 dipendenti Versalis di Marghera contro la chiusura degli impianti cracking e aromatici, lo stop annunciato da Eni e le sue ripercussioni sugli stabilimenti del gruppo in pianura padana approdano sui tavoli ministeriali. Chiesto dai segretari nazionali e territoriali di Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil, dalle Regioni Lombardia, Emilia Romagna e Veneto e dai sindaci di Mantova, Venezia, Ravenna e Ferrara, è stato convocato dai ministeri dello Sviluppo economico e della Transizione ecologica in videoconferenza.

Per

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Mantova-Renate, soddisfatto mister Lauro: "Buona prova dei miei"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi