Contenuto riservato agli abbonati

Meno vittime del gioco durante il lockdown: «Ma è solo una tregua»

Oltre 7.500 i casi stimati ma con le sale chiuse sono in calo. Il gruppo No slot: «Con le riaperture molti ci ricascheranno»

MANTOVA. La chiusura delle sale da gioco avvenuta nel corso della pandemia ha portato a una forte diminuzione dalle forme di dipendenza dall’azzardo. Lo rilevano diverse ricerche condotte a livello nazionale, come riporta anche l’ Istituto superiore di sanità. Ma lo confermano anche il Serd di Mantova e il coordinamento No Slot che raggruppa 18 associazioni che affiancano persone e famiglie alle prese con questo grave problema sociale.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

La Palma, il drone riprende il fiume di lava che si fa largo tra le case

La guida allo shopping del Gruppo Gedi