Contenuto riservato agli abbonati

Laghi di Mantova balneabili: accordo sindaco-Regione. E a giugno arrivano i 18 milioni per le bonifiche

Vertice in Comune con l’assessore regionale Cattaneo: bonifiche al via con l’estate, lago Superiore balneabile nel giro di tre anni e collaborazione in vista anche per l’ex Paiolo

MANTOVA. Corre lungo l’asse Mantova-Milano e punta a raggiungere il suo primo obiettivo nel giro di tre anni l’accordo che vedrà la Regione partner del Comune per la balneabilità dei laghi a partire da quello Superiore. Ed è lo stesso asse che entro giugno porterà in città i 18,6 milioni destinati alle bonifiche “made in Mantova” che a quel punto potranno passare dalla carta alla fase operativa dopo anni di attesa.

Come sembra più che una probabilità un’alleanza futura anche per l’operazione ex Lago Paiolo. Passi avanti anche decisivi che fanno dire al sindaco Mattia Palazzi «è una giornata positiva su questioni storiche e importanti per la nostra città» al termine del vertice in Comune con l’assessore regionale all’Ambiente Raffaele Cattaneo che ha visto presenti la Provincia, il presidente del Parco del Mincio Pellizzer, Arpa e i consiglieri regionali mantovani Forattini, Fiasconaro, Cappellari e Mazzali.

BONIFICHE AL VIA CON L'ESTATE

Dopo la firma a febbraio del nuovo accordo di programma e il via libera della Corte dei Conti arrivato a metà marzo, la Regione è pronta a trasferire entro fine giugno al territorio gli oltre 18 milioni stanziati dal ministero dell’Ambiente per le bonifiche nel Sito di interesse nazionale (Sin) che riguarderanno i sedimenti dei laghi di Mezzo e Inferiore, i canali Sisma e San Giorgio, il Basso Mincio, aree di proprietà del Colorificio Freddi e dell’azienda agricola Le Betulle oltre al monitoraggio di terreni e falda come per la ciclabile di via Brennero.

Ad annunciarlo in via Roma è lo stesso assessore Cattaneo: «Dopo una prima riunione tecnica a metà aprile e una seconda già convocata per il 31 maggio, l’obiettivo è di assegnare materialmente le risorse ai singoli soggetti attuatori entro la fine di giugno. La Regione ha ottenuto dal governo di essere il soggetto responsabile dell’attuazione e questo ci garantisce una vicinanza al territorio maggiore quindi anche maggiore rapidità rispetto a una gestione da Roma».

Mantova e l'ambiente: il sindaco Palazzi incontra l'assessore regionale Cattaneo

Ed è ancora Cattaneo a ricordare che il Sin “Polo chimico laghi di mantova” è stato perimetrato nel 2002 « è diventato maggiorenne ed è ora di realizzare gli interventi che sono già stati progettati e che vanno adesso messi in appalto e avviati concretamente». Insomma «oggi dopo 18 anni possiamo finalmente dire – aggiunge soddisfatto Palazzi – che tra poco si parte. Il Comune insieme alla Provincia e altri enti è il soggetto attuatore di alcuni degli interventi previsti che in particolare riguardano i laghi di Mezzo e Inferiore e da quest’estate si potrà entrare nella fase operativa perché si passa dalla carta alle gare lavori, dalla progettazione, all’intervento per il risanamento delle acque».

ACCORDO PER I LAGHI BALNEABILI

La proposta verrà formalizzata nei prossimi giorni al presidente della Lombardia Fontana, ma la disponibilità dell’assessore Cattaneo c’è già. Si tratta dell’accordo di programma per l’operazione laghi balneabili partita da quello Superiore e appena entrata nella terza stagione di analisi. «Analisi che sono positive – spiega Palazzi – e ci dicono che l’obiettivo è raggiungibile. Ci sono però tanti interventi da fare su tutta l’asta, perché il lago è il punto di arrivo, e per alcuni di questi lavori insieme al Parco del Mincio stiamo partecipando a bandi regionali di cui avremo l’esito in estate».

Di qui la richiesta alla Regione «di accompagnare questo percorso che vuol dire anche sostenerlo finanziariamente per arrivare da qui a tre anni alla balneabilità del lago Superiore. Un obiettivo ambizioso e difficile ma possibile». Obiettivo «che è condiviso dalla Regione – assicura Cattaneo – si tratta di un intervento che stiamo già facendo in altri territori come ad esempio per il lago di Varese e alcuni laghi della Brianza dove si lavora insieme al territorio».
 

VERSO L'INTESA PER L'EX LAGO PAIOLO

Comune e Parco del Mincio parteciperanno entro l’estate all’asta per l’ex Lago Paiolo dove progettano interventi di riforestazione e per inserirlo nel percorso nella futura ciclabile del Sole: «Se avremo l’area, il Parco aumenterà il proprio patrimonio di riserva naturale e ho chiesto a Regione di darci in quel caso una mano per gli interventi successivi che andranno fatti. L’assessore ha risposto positivamente». E Cattaneo conferma: «Valuteremo insieme come procedere».

Video del giorno

Autostrada A1 bloccata: l'incendio del camion è spaventoso

La guida allo shopping del Gruppo Gedi