Mercatini, giochi e musica: giorno di festa a Valletta Valsecchi

Trionfa a Vivi Valletta la voglia di ritrovarsi: affollati fiera dell’usato e spazi ristoro. Dal primo mattino al tardo pomeriggio anche musica e attività per i bambini

MANTOVA. Un quartiere in festa tra mercatini, musica e attività per famiglie. Successo per Vivi Valletta, evento realizzato grazie alla collaborazione di diverse realtà del quartiere, al coordinamento organizzativo di Arci Fuzzy e con il patrocinio e il sostegno dell'assessorato al welfare del Comune.

Dalla prima mattinata fino al tardo pomeriggio alla fiera del broccante, un’ottantina di espositori, numero record rispetto alle edizioni precedenti, ha attratto con una vetrina di oggetti usati in vendita molti curiosi. In tanti si sono attardati nelle piazzole disposte nel parco Baden Powell e sul marciapiede di via Ariosto a caccia di qualche occasione, tra vestiti, oggetti per la casa, libri, giocattoli. Al banchetto di Arci Fuzzy sono stati venduti vestiti, donati dai volontari e dal mercatino etico Colibrì, con il ricavato che sarà destinato all’Emporio Solidale, servizio promosso dalle Acli che offre alle famiglie in difficoltà una spesa mensile gratuita.

Ampio spazio alle attività per i bambini. Dall'installazione "Per fare un quartiere ci vuole un fiore!”, a cura di bimbi e bimbe delle scuole Don Mazzolari e Anna Frank e della LudArTeca di Alce Nero, all'attività di gioco e piegatura della carta per figli e genitori, condotto dalle maestre della Anna Frank. Fino alle attività promosse dal Centro per le famiglie e Alkémica. Diversi gli spazi ristoro: bar Valletta, il negozio di alimentari del Marocco di via Ariosto e il banchetto di asporto di Hortus.

Non è mancata la musica, con il live al mattino di Porca Pizza, eclettico one-man-band che costruisce i propri strumenti con oggetti di riciclo, e con lo show pomeridiano funky di Socks Love. In collaborazione con la Ciclofficina Errante, negozio di bici di via Ariosto, si è tenuto il raduno di Cargobike, bici con cassone che permette di trasportare la spesa e i bambini.

«Le persone non vedevano l'ora di uscire e tornare a incontrarsi – spiega Antonia Araldi di Arci Fuzzy – hanno rispolverato tanti oggetti dalle cantine, tanto che il mercatino non è mai stato così ricco». Tra le realtà impegnate nell'organizzazione, Protezione civile interforze Mantova, mercatino etico Colibrì, Comitato di quartiere, parrocchia del Gradaro, Arci provinciale, Insieme Centro per le famiglie, scuole Don Primo Mazzolari e Anna Frank, LudArTeca Alce Nero, Segni d’Infanzia, Alkémika e gli esercenti del quartiere. 
 

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

La guida allo shopping del Gruppo Gedi