Contenuto riservato agli abbonati

I contagi scendono ancora: Mantova sogna la zona bianca

Code al centro vaccinale della favorita alla Grana Padano Arena. Foto Nicola Saccani

In Lombardia l’indice ogni centomila abitanti corre verso la soglia dei 50. Positivi meno di 4 tamponi su cento, un terzo della popolazione è vaccinato

MANTOVA. La Lombardia sia avvicina a larghi passi alla zona bianca grazie ai numeri dell’incidenza settimanale dei contagi ogni centomila abitanti.

In questi giorni siamo intorno a 87 ma per scolorarci del tutto occorre scendere ancora e arrivare sotto la soglia di 50. A infondere fiducia c’è anche il numero dei tamponi positivi sul totale dei test eseguiti: attualmente sono meno di quattro ogni cento. E oltre un terzo dei mantovani ha già ricevuto la prima dose del vaccino.

CROLLO DEI CONTAGI

Incidenza in calo grazie anche alla discesa della curva dei contagi: in due mesi si è passati da 270 a meno di 70 casi giornalieri in media mobile settimanale, con un decremento del 74%. E negli ultimi giorni il grafico continua a puntare verso il basso.

Confrontando i numeri assoluti, sempre negli ultimi due mesi il calo supera il 78%. Il virus corre meno velocemente ed è in forte diminuzione anche il numero degli attualmente positivi, ovvero le persone che sono ancora alle prese con il Covid-19: da metà aprile il calo è stato di quasi il 38%, passando da 2.270 ai 1.416 del 9 maggio e solo nell’ultima settimana sono 153 i mantovani che si sono lasciati il virus alle spalle. La riduzione è costante ormai dalla terza settimana di marzo, quando agli attualmente positivi avevano toccato il picco avvicinandosi a quota quattromila.

PERCENTUALE POSITIVI SUI TAMPONI

Anche la percentuale di positività sui tamponi è in calo. Il picco era stato registrato a metà marzo con quasi 13 tamponi positivi su cento. Oggi siamo scesi sotto il 4%, vale a dire meno di 4 positivi ogni cento eseguiti.

RIANIMAZIONE STABILE

Stabile il numero dei ricoverati nella Rianimazione dell’ospedale Poma: i pazienti ricoverati e bisognosi di cure intensive sono attualmente undici. Chiusa, invece, la rianimazione Covid di Pieve di Coriano. A metà aprile erano ventuno in totale. In calo, invece, il numero dei ricoverati per Covid: negli ultimi dieci giorni si è passato da 170 a 133. I medici, però, invitano a non abbassare la guardia perché questo momento è ritenuto decisivo e un allentamento delle misure di protezione potrebbe annullare gli sforzi compiuti.

VACCINAZIONI SOPRA 170MILA

Sul fronte vaccinazioni le dosi erogate fino a questo momento, stando ai dati forniti da Regione Lombardia, hanno superato la soglia delle 170mila, per l’esattezza 176.224. Le prime dosi sono 127.896 (pari al 36,55% della popolazione target di 348.965), mentre i richiami sono 48.328 (13,8%). Il record delle somministrazioni spetta sempre alla provincia di Cremona con il 42,64% della popolazione che ha ricevuto la prima iniezione del vaccino.

DECESSI

Fino alla scorsa settimana il dato che destava maggiore preoccupazione era rappresentato dalla media di circa cento decessi al mese, vale a dire più di tre al giorno. Da inizio pandemia le vittime mantovane sono 1.481. Ma nell’ultima settimana qualcosa è cambiato: le vittime del Covid sono state tredici, vale a dire meno di due al giorno.

Video del giorno

Lady Diana, all'asta la Ford Escort del 1981 che le regalò il principe Carlo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi