Infortunio alla Metalfer di Motteggiana: un ferro gli si conficca nella gamba e l’operaio perde i sensi

Ferita profonda  al polpaccio per il dipendente, dimesso dall’ospedale di Mantova con una prognosi di dieci giorni

MOTTEGGIANA. Infortunio sul lavoro, la mattina del 17 maggio, alle 8. 30 alla Metalfer di Giovanni Nanzarelli di via Meucci 3 nella zona industriale di Motteggiana. A restare ferito ad una gamba un 48enne, dipendente della ditta, di origine siciliana ma residente a Motteggiana.

L’azienda si occupa di rottami ferrosi, demolizioni industriali e smaltimento rifiuti. Stando a una prima ricostruzione, sembra che l’operaio fosse intento a scaricare un camion di rottami in ferro quando, nel camminare in mezzo ai mucchi di lamiere, ha urtato uno scarto ferroso dotato di un aculeo che gli si è conficcato in un polpaccio.

Per il dolore e la vista del sangue il 48enne è svenuto. Immediata la chiamata al 118 che ha inviato un’ambulanza della Croce Rossa di Suzzara. L’operaio, dopo essere stato liberato dall’aculeo ferroso, è stato tranquillizzato e stabilizzato nei parametri vitali, per poi essere trasportato al pronto soccorso del Poma, in codice giallo, per le cure del caso.

Per fortuna la ferita alla gamba non era grave, ma comunque piuttosto profonda, per cui sono stati necessari punti di sutura. A mezzogiorno l’operaio è stato dimesso con una prognosi di 10 giorni.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Stati Uniti: una pioggia di orsacchiotti sul campo da hockey, ma è per beneficenza

La guida allo shopping del Gruppo Gedi