«Isolati a Borgonuovo senza il bus» Coppia di invalidi chiede aiuto

Isolati nel nuovo quartiere di Borgonuovo. Marito e moglie, invalidi, che abitano nella zona di via Modugno, non ce la fanno più: «Qui non c’è un autobus per recarsi in città – afferma la signora – e per muoverci dobbiamo pagare un mezzo privato. Io devo raggiungere spesso l’ospedale Poma e questo sta diventando un costo insostenibile».

I coniugi hanno fatto presente in Comune la loro situazione di disagio, chiedendo di allungare fino a via Modugno il tragitto dell’autobus 4 che oggi ferma a Due Pini, a un chilometro e mezzo di distanza: «Ci hanno promesso che l’avrebbero fatto una volta finiti i lavori al nuovo palasport, ma finora nulla è cambiato. Il bus continua a non arrivare e io non so cosa fare». Sono undici anni che la coppia abita a Borgonuovo e con il passare degli anni la situazione si è aggravata: «Se voglio andare in città devo andare a prendere l’autobus ai Due Pini, ma nelle mie condizioni non mi è possibile. Per chi non ha l’auto qui la situazione è molto difficile. Penso che un autobus sia l’unica soluzione, non ne vedo altre». Allargando lo sguardo sul quartiere la signora vede «degrado e erba alta» nell’area della nuova palestra: «Hanno finito i lavori da molto – dice – ma ci sono ancora le recinzioni del cantiere e non hanno sfalciato l’erba». Elementi che aggravano ancor di più la situazione di isolamento in cui sente di vivere. —


Video del giorno

Mantova, il Festivaletteratura 2021 si presenta: la serata in piazza Alberti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi