Contenuto riservato agli abbonati

La Ondulati si ferma contro la chiusura e il trasferimento nel Mantovano: via al primo sciopero

Il gruppo Zago deciso a trasferire tutto nel Mantovano: «La delocalizzazione in un territorio lontano maschera solo i licenziamenti»

CASTELBELFORTE. Sciopero dei lavoratori della Ondulati Maranello, il 21 maggio, contro la rottura, tre giorni fa, del tavolo in Regione per la salvaguardia occupazionale e l’annunciato spostamento dell’attività nella fabbrica in costruzione a Castelbelforte: nelle assemblee di giovedì era stato proclamato un pacchetto di 40 ore di sciopero.

Al presidio davanti ai cancelli hanno portato la solidarietà ai lavoratori il sindaco Luigi Zironi, il consigliere regionale Luca Sabattini e alcune rsu delle aziende del territorio.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

La top model Gisele Bündchen salva una tartaruga marina intrappolata in una rete e la libera in mare

La guida allo shopping del Gruppo Gedi