Contenuto riservato agli abbonati

Medicina, Oglio Po territorio trascurato. Ecco le lamentele dei sindaci

Il documento fatto avere alla Regione segnala i problemi del centro psico sociale. Coperte 30 ore settimanali contro le 108 passate. Difficoltà anche al SerD

VIADANA. «Medicina territoriale: così non va». I sindaci del distretto viadanese hanno predisposto un documento, per segnalare a Regione Lombardia le criticità della sanità pubblica nell’area Oglio-Po.

Tra le problematiche elencate, quella relativa al Cps assume un ruolo di primo piano. Il Centro psico-sociale di via Cavour ha in carico circa 700 pazienti-utenti provenienti dai 10 Comuni. «E di loro – notano i primi cittadini – si occupano uno psichiatra di libera professione (contratto in scadenza tra pochi mesi) per 10 ore la settimana, uno psichiatra in pensione per 4 ore settimanali (in scadenza a fine giugno), uno psichiatra presente una volta la settimana (in scadenza il 18 giugno) e uno presente solo alle équipe una volta la settimana».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Tumori. Le nuove frontiere della biopsia liquida: a caccia di esosomi per identificare metastasi

La guida allo shopping del Gruppo Gedi