Goito festeggia la basilica con il cardinale Parolin, segretario di Stato Vaticano

Il numero due di papa Francesco è arrivato sabato sera e ha visitato il lungo Mincio: domenica la messa

GOITO. Una cerimonia molto sentita. A Goito la mattina del 31 maggio è stata celebrata la messa per festeggiare il 75esimo anniversario dell’elevazione della chiesa a basilica. Tutti gli occhi erano puntati sul cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato del Vaticano, il numero due di papa Francesco.

Il Segretario di Stato Vaticano, cardinale Parolin, celebra messa a Goito

Parolin è arrivato già sabato sera e ha visitato il lungo Mincio. Domenica, accolto dal vescovo Marco Busca, ha celebrato la messa, durata un’ora e mezza circa.

La chiesa parrocchiale di Goito, dedicata a San Pietro, fu eretta a basilica minore nel 1946 con titolo di Madonna della Salute. E proprio di salute ha parlato Parolin nella sua omelia, sottolineando che la salute da preservare è anche e soprattutto quella dell’anima.

Presenti molte autorità, dal prefetto al vicequestore, dal comandante provinciale dei carabinieri fino al sindaco di Curtatone, Carlo Bottani.

A fare gli onori di casa il priore della basilica, don Marco Mani, organizzatore della celebrazione per la quale si è iniziato a lavorare già in novembre e che si è conclusa nel migliore dei modi. Notevole anche il contributo dato da un gruppo di fedeli. Anche il Comune ha aiutato, mettendo a disposizione il sagrato sul quale erano disposte le seggiole per i fedeli.

Dopo le celebrazioni il pranzo in parrocchia. «È andato davvero tutto bene. Si avvertiva anche un’atmosfera particolare» il commento del sindaco Pietro Chiaventi.

Video del giorno

La tempesta di fulmini della notte di giovedì 22 luglio vista dal piazzale di Grazie

La guida allo shopping del Gruppo Gedi