Contenuto riservato agli abbonati

«La piscina Dugoni di Mantova riaprirà il 10 giugno». Il nuovo gestore pronto a fare i lavori

Copyright 2021 Stefano Saccani, all rights reserved

In ballo interventi per 800mila euro su vasche e parco. Il direttore: li stiamo programmando con il Comune 

MANTOVA. L’annuncio tanto atteso da tanti mantovani arriva direttamente dai “nuovi” che hanno preso il posto della Sport Management. «Riapriremo la piscina Dugoni giovedì 10 giugno» dice Mattia Torquati, direttore generale di Prime srl, la società che ha rilevato in affitto il ramo d’azienda piscine dalla società veronese garantendosi, così, anche la struttura di Mantova.

Prime, partecipata al cento per cento da Forus, colosso spagnolo nella gestione degli impianti natatori in Europa, si è fatta carico dei lavori di manutenzione straordinaria da 800mila euro (sulla vasca interna, su quella esterna, sul parco e sull’impianto idrico) che Sport Management avrebbe dovuto fare dopo aver ottenuto dalla giunta Sodano, nel 2014, l’allungamento della concessione fino al 2033.

Copyright 2020 Nicola Saccani, all rights reserved

«Ci siamo messi d’accordo con il Comune – dice Torquati – per programmarli più avanti. Intanto abbiamo fatto quelli sulla parte estiva per essere pronti alla riapertura». Scatta il conto alla rovescia. Alla fatidica data della riapertura manca, da oggi, giusto una settimana.

Il prato attorno alle vasche all’aperto è già stato sistemato, mentre ancora mancano gli ombrelloni, ma metterli al loro posto con sdraie e sedie sarà l’ultimo passaggio da compiere. «Li collocheremo in modo da rispettare i protocolli anti-Covid – dice Torquati – Dovremo mantenere una distanza tra un ombrellone e l’altro per garantire 10 metri quadrati per ogni postazione e, in acqua, ogni persona dovrà avere 7 metri quadrati a testa. Ci saranno le prenotazioni per la corsistica, mentre per l’ingresso nell’impianto non sarà necessario».

Il prossimo 1° luglio, se non cambieranno le disposizioni governative, potranno riaprire anche le piscine al coperto. In questo modo alla Dugoni potranno essere utilizzate le docce interne, mentre da giovedì prossimo bisognerà accontentarsi di quelle all’esterno. Il Comune, proprietario dell’impianto natatorio di viale Monte Grappa, per ora sta alla finestra, soddisfatto per le garanzie ottenute nel passaggio da Sport Management a Prime. E non vuole forzare la mano sui lavori, consapevole delle difficoltà incontrate dai gestori con il Covid che li ha costretti a tenere chiusi gli impianti anche quest’anno per più dei sei mesi.

Copyright 2019 Nicola Saccani, all rights reserved

«La nuova società – fanno sapere da via Roma – si è fatta carico dei lavori pregressi, mettendo a garanzia la fideiussione come avevamo richiesto. Inoltre, ha già accettato di accollarsi il debito di 78mila euro che la vecchia gestione aveva con noi. Sappiamo che quei lavori richiederanno molto tempo per la loro realizzazione, ma le garanzie che verranno fatte ci sono».

Il Comune osserva con piacere che il nuovo gestore «sta già investendo, ha già fatto dei lavori di manutenzione e di pulizia per essere pronto ad aprire, come si era impegnato, entro il 10 giugno». Ora non si parla più di data limite ma di una data certa, a cui si guarda con fiducia sia da parte della gestione che da parte dell’utenza. Per tornare alla normalità.

Video del giorno

Mantova: in 800 per dire addio al dottor De Donno

La guida allo shopping del Gruppo Gedi