Contenuto riservato agli abbonati

Mantua Farm School: così i ragazzi ritrovano motivazioni

La presentazione di una didattica non tradizionale voluta dalle coop sociali L’obiettivo: imparare all'aria aperta e a contatto con la natura dopo il lockdown

MANTOVA. La volontà di ritrovare motivazioni perse con la didattica tradizionale. Il desiderio di apprendere attività di tipo artigianale. E l’obiettivo di sperimentare un modo di imparare all'aria aperta e a contatto con la natura dopo i mesi della pandemia. Sono solo alcune delle motivazioni che hanno spinto tanti genitori a presenziare alla Zanzara all'open day della Mantua Farm School, il centro di formazione aperto ai ragazzi e alle ragazze dai 14 ai 24 anni voluto dalla coop Ippogrifo nell’ambito del progetto promosso in partenariato con Solco, le coop Alce Nero e Arché, con il sostegno di Ats, Asst Mantova, Forma, Comune di Curtatone e Consorzio progetto solidarietà e con il contributo di Fondazione Cariplo.

Mantova farm school

Il progetto scatterà con una prima classe pilota il 4 ottobre. La sede provvisoria sarà la cascina La Goliarda di Curtatone, in attesa del termine dei lavori di ristrutturazione di corte Maddalena, a Curtatone. Il percorso ha durata triennale. L’impegno per i ragazzi è dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 14.30, pranzo compreso. Definita “scuola non scuola”, la Farm School punta a coltivare l’apprendimento attraverso l’esperienza, mettendo al centro i ragazzi e le ragazze e non i programmi, partecipazione attiva, competenze e relazioni e non le nozioni. Tre sono gli indirizzi previsti: agricoltura biologica ed ecologia, creatività e artigianato, benessere e società.

La didattica è flessibile, con seminari, prove, progettazioni, presentazioni, attività di gruppo. Tra le particolarità, lo spazio Agorà, momenti di accoglienza e condivisione. Un ritrovo nella piazza della Mantua Farm School per poter raccontare e condividere momenti belli e difficoltà. Oltre a competenze di base come lingua italiana, straniera, matematica, informatica, troveranno spazio gestione del benessere e delle relazioni, competenze green, lavoro in team, parlare in pubblico. «Mantua Farm School non si muove in contrapposizione alla scuola pubblica - spiega la referente pedagogica Alessandra Brunoni - Anzi, vogliamo combattere la dispersione scolastica e tornare a far appassionare i ragazzi, in modo che possano capire la loro vera strada e decidano di rientrare a scuola e terminare gli studi». Le informazioni sulle modalità di iscrizione sono a disposizione su www.mantuafarmschool.it. «Il nostro obiettivo è quello di veder riconosciute le diversità tipiche dell'adolescenza - commenta Paolo Galeotti, presidente di Cooperativa Sociale Ippogrifo - E dar vita ad un luogo dove sia possibile imparare facendo». 

Video del giorno

Mantova: in 800 per dire addio al dottor De Donno

La guida allo shopping del Gruppo Gedi