Contenuto riservato agli abbonati

Proposta una Rsa-hotel a Buscoldo: 24 case a forma di fiore

“Petalosa House” prevista a Buscoldo. Il progetto sarebbe destinato ad anziani benestanti. Presentata un’interpellanza

CURTATONE. Una senior living, residenza per anziani come forma per contrastare l’aumento della solitudine causata dalla pandemia da Covid 19. L’idea, che faceva parte del programma elettorale del sindaco Carlo Bottani già a settembre scorso, quando è stato confermato, sta lentamente prendendo forma. All’intenzione dell’amministrazione ha infatti corrisposto una manifestazione d’interesse presentata in gennaio dal gruppo Sensor Medics, una srl di Milano.

L’idea proposta dalla società è quella di una residenza di alto profilo, chiamata “Il sogno”. L’idea progettuale presentata al Comune da parte del proponente prevede la realizzazione di una struttura di lusso, composta da 24 abitazioni chiamata “Petalose house”, che occuperebbero complessivamente circa 14mila metri quadrati. Cuore della struttura una grande piazza coperta circolare (1.500 metri quadri) con al centro “l’albero della vita” che emana luci, musiche, profumi che variano con le ore del giorno e le stagioni; quindi piscina benessere con cromoterapia, idromassaggi, palestra terapica. Nelle strutture radiali ambulatori, mensa con cibi km 0.

Gli alloggi sarebbero realizzate in 24 cupole geodetiche ecosostenibili a impatto energetico zero, le “petalosa house” con pareti a 12 “petali, dei quali 6 a vetrate. Vere e proprie case da 110 mq in due bilocali per coppie o singoli con soppalco per ospiti. Ogni unità avrebbe orto e giardino.

La struttura sorgerebbe a Buscoldo, sul terreno che il Comune sta alienando fra il parco giochi e il cimitero. Al momento si è a livello di interlocuzione. L’opposizione di AdessoSì ha presentato una interpellanza per sollecitare chiarimenti sui costi delle future rette, gli ostacoli all’ampliamento delle vicine scuole, la forma di gestione.

Video del giorno

La tempesta di fulmini della notte di giovedì 22 luglio vista dal piazzale di Grazie

La guida allo shopping del Gruppo Gedi