Allontanato da casa si presenta di notte a Roverbella: il figlio lo denuncia

L’uomo sfonda la porta a calci insultando i familiari: i carabinieri lo arrestano. In carcere per lo stesso motivo anche un uomo di Borgo Virgilio

MANTOVA. «Pronto, i carabinieri? C’è mio padre dietro alla porta. La sta sfondando a calci. Venite subito». La richiesta di aiuto è arrivata l’altra notte alla centrale operativa dei carabinieri. A chiedere l’intervento dei militari, un ragazzo minorenne residente a Roverbella.

Il padre di questo ragazzo, a seguito dei suoi comportamenti violenti causati dall’abuso di alcol, aveva ricevuto dal giudice l’ordine di allontanarsi dal tetto familiare e di mantenersi a distanza dalla famiglia. Ma non l’ha rispettato.

Nel cuore della notte, di nuovo fuori di sé, l’altra notte ha pensato di sfogare la rabbia proprio sui familiari. Così si è presentato a casa. E quando ha trovato la porta chiusa, ha cominciato a prenderla a calci e a pugni. Dall’altro lato del portone, il dramma di un figlio che si trova a doversi difendere, e a dover difendere i propri cari, dal suo stesso genitore. Forse ci avrà pensato a lungo, dilaniato dal dilemma. Ma alla fine ha chiamato il 112.

Così sono arrivati i militari. E hanno trovato l’uomo, 49 anni, che aveva già aperto la porta e aggredito i familiari, ricoprendoli di insulti a anche di sputi. Ai militari non è rimasto altro da fare che bloccare l’uomo e arrestarlo. Il 49enne è stato portato prima in caserma e poi in carcere, in via Poma.

E non è l’unico caso che si è registrato nelle ultime ore. A Borgo Virgilio, un uomo. anch’egli sottoposto alla misura dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla moglie, dopo avere più volte trasgredito questo ordine, è stato portato in carcere.

A chiedere la carcerazione sono stati i magistrati della procura, sulla base degli accertamenti dei carabinieri, e il Gip (giudice per le indagini preliminari) ha dato il proprio assenso. Si tratta di un quarantenne.

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

La guida allo shopping del Gruppo Gedi