Contenuto riservato agli abbonati

Mantova sotto il nubifragio: strade e scantinati allagati in mezza provincia

Superlavoro dei vigili del fuoco, bomba d’acqua a Cerese. Appello del sindaco di Poggio Rusco: non uscite in auto

MANTOVA. Il maltempo ha flagellato buona parte della provincia. Nel tardo pomeriggio di domenica 6 giugno, nubifragi si sono abbattuti in diverse zone: dal capoluogo alla zona di Cerese di Borgo Virgilio, fino a Piubega, dove un fulmine ha bruciato una abitazione e a Poggio Rusco.

Il tutto, come purtroppo accade sempre più di frequente, in poco tempo, concentrando l’intensità della precipitazione e non dando il tempo alle caditoie e ai sistemi fognari, calibrati per smaltire i volumi previsti decenni fa, di evacuare l’acqua dalle strade.

La pioggia, e in qualche caso la grandine, è caduta con intensità tropicale, superiore ai 200 millimetri l’ora, in parte della Bassa (229 millimetri/ora registrati a San Benedetto Po), nel Medio Mantovano (209 a Mantova) e nell’Asolano.

Nel capoluogo sono piovuti addirittura 66 millimetri, ovvero le precipitazioni medie che cadono di un mese, concentrate in circa un’ora. Sott’acqua sono finite diverse vie del centro. Via Nazario Sauro è stata chiusa dalla Polizia locale nella fase più critica, mentre in via Brennero si è creato un pericoloso allagamento, che ha costretto la Provincia a un sopralluogo per decidere addirittura se chiudere al traffico l’importante arteria stradale.

Alla fine tutto è rimasto aperto, come riaperta è stata la strada fra Castellucchio e Ospitaletto, interrotta per la caduta di una pianta ed è intervenuta la Protezione civile. A Cerese una decina di vie del nucleo storico dell’abitato ha avuto problemi. Una quindicina gli scantinati allagati. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, anche la protezione civile comunale Sirio e il sindaco Francesco Aporti.

Primo cittadino in campo anche a Poggio Rusco perché il passaggio del nubifragio ha reso quasi impraticabili diverse strade (le vie Carnevale, Trento e Trieste, Mazzini, Cimarosa). Fabio Zacchi ha fatto un appello ai concittadini, chiedendo di non usare l’auto se non strettamente necessario.

Video del giorno

Bimba di sei anni cade da una giostrina al parco di Porto Mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi