Contenuto riservato agli abbonati

Mantova: troppi iscritti al Vangelo inviato su Telegram, le suore lo chiudono

I fedeli raggiunti sono 6mila e le Clarisse di San Silvestro non riescono più a gestirli

CURTATONE. Poco più di un anno fa avevano dato il via ad un servizio unico nel suo genere: inviare ogni mattina su Whatsapp un commento al Vangelo, a chi ne facesse richiesta. Era nato tra un gruppo di fedeli, poi con il passaparola il servizio si è ampliato. Poi è arrivata la pandemia. Tutti in casa, chiese chiuse, nessuna socialità.

E l’idea delle Clarisse di San Silvestro si è estesa a dismisura, le poche centinaia di iscritti sono diventate migliaia, da Whatsapp le suore sono state costrette a spostarsi sulla piattaforma Telegram, più facile da gestire elenchi di invio . Ma il successo dell’iniziativa a questo punto è diventato ingestibile. Gli iscritti sono diventati seimila e le suore di clausura non riescono più a seguirlo: preparare ogni giorno il commento e rispondere a richieste personali: impossibile.

Così, in attesa di ulteriori provvedimenti, il servizio si è interrotto. Sul cellulare di tutti gli iscritti, così, il 31 maggio è arrivato un messaggio inviato dal monastero in cui si spiega che il servizio verrà sospeso: «Pace e bene! A seguito di cambiamenti avvenuti all’interno della nostra fraternità, sospendiamo momentaneamente l’invio della riflessione sul Vangelo del giorno. Cercheremo di riprendere questo servizio quanto prima, magari con l’aiuto di qualche collaboratore esterno. Vi ringraziamo per la fedeltà con la quale ci avete seguito fino ad oggi. Il Signore vi benedica sempre»

Troppi iscritti, troppi oneri per le poche - sono solo sette - Sorelle povere di Santa Chiara.

Oltretutto, la madre superiora, suor Giovanna Zangoli che aveva raccolto lo spunto del parroco don Cristian Grandelli di dar vita a questo servizio e lo aveva fatto partire con entusiasmo, a breve lascerà San Silvestro e verrà trasferita al monastero di Ferrara.

Ora lo stesso don Cristian sta cercando collaboratori per riprenderlo. Intanto 6mila fedeli restano in attesa.

Video del giorno

La tempesta di fulmini della notte di giovedì 22 luglio vista dal piazzale di Grazie

La guida allo shopping del Gruppo Gedi