Contenuto riservato agli abbonati

Galline ovaiole e scottone ma anche oche e tre alveari

Copyright 2021 Stefano Saccani, all rights reserved

Sul fronte degli animali, l’azienda agricola dei Santini ha due pollai rurali, uno dei quali è mobile. Al momento, ci sono 16 galline ovaiole di razza Marans, caratteristiche per le loro uova color cioccolato, destinate a crescere di numero. Arriveranno anche una decina di bovini, scottone derivanti da un incrocio tra razza pezzata rossa da monta naturale e tori per metà di razza chianina e per metà piemontese, provenienti da un fornitore del Lodigiano. Per loro verrà ripristinata, allestendola con lettiera permanente, la vecchia stalla, costruita nel 1959, proprio accanto ai 4 ettari di terreno che saranno destinati a pascolo, mentre altro foraggio verrà prodotto nei 5 ettari che la famiglia ha a disposizione nella vicina Tornata. Ad affiancare i Santini ci sarà Massimiliano Zani, il macellaio cannetese con cui la famiglia ha allacciato un rapporto ormai ventennale. Dalla parte della riserva dell’Oglio, invece, è già possibile osservare sei grigie oche agricole di Tolosa. Sullo stesso lato della strada, infine, sono già in produzione tre alveari (che potrebbero anch’essi aumentare) con una produzione di miele, accanto a piante d’acacia.

Video del giorno

Mantova: in 800 per dire addio al dottor De Donno

La guida allo shopping del Gruppo Gedi