Contenuto riservato agli abbonati

Imparare a produrre la birra a scuola: ecco il progetto dell’istituto agrario di Gazoldo

Filiera corta e cultura della qualità: la bionda viene realizzata partendo dalla coltivazione dei cereali

GAZOLDO DEGLI IPPOLITI. Gli studenti producono birra a scuola. Un progetto nato, in questo anno scolastico, all’istituto Giovanni Falcone, indirizzo Agrario (sede di Gazoldo degli Ippoliti) che per l’occasione ha acquistato tutte le attrezzature di ultima generazione, necessarie per la realizzazione della birra.

Il tutto è nato anche grazie alla partecipazione al progetto “Acqua, aria e suolo: la natura fa scuola” in collaborazione con il Parco regionale Oglio Sud. Gli studenti hanno avuto la possibilità di conoscere – in maniera più approfondita – i temi della conservazione e valorizzazione del patrimonio naturale, culturale e paesaggistico lombardo oltreché mettere in pratica alcune metodologie di coltivazione del luppolo e dell’orzo autoctono e, poi, la produzione della birra.

«Questo progetto ha permesso all’istituto agrario di Gazoldo di risultare scuola capofila, a livello regionale e nazionale, nello sviluppo della cultura della qualità e della filiera corta, in ambiente sostenibile, riuscendo a trasformare la materia prima, i cereali, per la produzione del prodotto finito, la birra» fanno sapere dalla scuola.

L’attività di trasformazione ha avvicinato molti studenti, i quali hanno potuto apprendere – grazie a lezioni con dei mastri birrai – le tecniche di realizzazione di una birra pilsner bionda, con caratteristiche aromatiche particolari, in un’ottica di sostenibilità e di prodotto a chilometro zero, senza ricorrere a kit o a materie prime pre-lavorate.

Il progetto, visto il successo riscosso, verrà riproposto anche nei prossimi anni scolastici, consolidando questa pratica di birrificazione avvalendosi delle varietà coltivate a scuola, facendone prima mosto, mediante le trasformazioni enzimatiche e la saccarificazione, quindi birra, con i lieviti e la fermentazione in tino e in bottiglia. Il tutto sotto il controllo dei docenti di indirizzo e il rispetto delle norme previste dai protocolli Haccp.

Video del giorno

Autostrada A1 bloccata: l'incendio del camion è spaventoso

La guida allo shopping del Gruppo Gedi