A Porto Mantovano riapre il Drasso Park: attesa l’inaugurazione per l’auditorium

Chiuso il cantiere, l’edificio è ora di proprietà comunale. Si stanno completando gli impianti, poi la posa degli arredi

PORTO MANTOVANO. Riapre il Drasso Park, rimasto chiuso a causa del lockdown, con risottata e partita degli Azzurri su maxi schermi. L’area è stata riaffidata a gennaio scorso all’associazione Porto in Rete che la gestiva sino a ottobre 2020.

Durante la prima fase della pandemia, si era comunque riusciti a organizzare e gestire eventi in sicurezza. Dal 10 giugno Porto in Rete torna ad accogliere il pubblico negli spazi verdi; le strutture ludiche e i giochi per l’infanzia saranno accessibili tutti i giorni dalle 16 alle ore 20,30.

Nell'area sono state posizionate colonnine con gel igienizzante e tutte le strutture presenti sono state sottoposte a pulizia e disinfezione. «Gli interventi di igienizzazione saranno eseguiti regolarmente con appositi prodotti e dispositivi» spiega il Comune in una nota.

In occasione della riapertura, stasera alle 21 sarà trasmessa la partita Italia-Turchia, prima gara della nazionale di calcio negli Europei 2021. Dalle 19.30 sarà inoltre possibile cenare con un risotto su prenotazione, con posti contingentati in linea con le normative anti Covid 19 (cell. 3452568009 info@portoinrete.org).

Nel frattempo il Comune sta attrezzando internamente il nuovo Auditorium. L’edificio, voluto dall’amministrazione del sindaco Massimo Salvarani, che ha investito circa un milione di euro, è il primo tassello di un ripensamento complessivo del centro portuense, dove far convergere servizi scolastici, culturali, inseriti in aree verdi e sportive.

I lavori di costruzione della sala polivalente sono stati consegnati a fine dicembre del 2018 al raggruppamento temporaneo di imprese fra la capogruppo De Marchi e la Aplomb srl. La durata dei lavori era prevista in 18 mesi, ma una serie di imprevisti ne ha ritardato l’esecuzione.

Il Comune, chiuso il cantiere, è in fase di definizione delle pendenze aperte. Nel frattempo la proprietà dell’edificio, che grazie ai suoi 262 posti a sedere e alla flessibilità della configurazione potrà essere teatro, sala esposizioni, da concerto, conferenze. Al momento si sta completando l’impiantistica, alla quale seguiranno sedie e arredi. Non è ancora stata però fissata una data per l’inaugurazione.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Mantova accende il Natale, festa per le luminarie

La guida allo shopping del Gruppo Gedi