Investito sulla ciclabile da un’auto: la conducente era ubriaca

Il ciclista, 21 anni, stava percorrendo la pista di via Bellonci ma è stato travolto dalla Nissan guidata da una 58enne. Solo qualche contusione per il giovane. All’automobilista è stata revocata la patente, confiscato il veicolo e multata

MANTOVA. Mercoledì scorso, intorno alle 19.00, un 21enne di Borgo Virgilio transitava in via Bellonci utilizzando la pista ciclopedonale presente sul quel tratto di strada quando, giunto all’intersezione con via Amadei, veniva investito da un’autovettura Nissan condotta da una 58enne di Curtatone. Il ragazzo veniva scaraventato a terra ferendosi lievemente.

Sul posto, la Polizia Locale, intervenuta poco dopo, notava che la conducente dell’autovettura manifestava i classici sintomi dell’ebbrezza alcolica: alito vinoso, parlata trascinata e andatura barcollante. La stessa veniva immediatamente sottoposta a test alcolemico da cui emergeva un tasso alcolemico di circa 6 volte superiore alla norma (considerato che il limite è 0,5 g/l).

Alla conducente veniva immediatamente ritirata la patente e sequestrato il veicolo ai fini della confisca.

La stessa veniva denunciata per guida in stato di ebbrezza. L’alzata di gomito è costata davvero cara alla signora. Infatti, oltre alla confisca del veicolo e alla revoca della patente, il codice della strada prevede sanzioni pesantissime: ammenda da 3.000 a 12.000 euro e arresto da 1 a 2 anni.

Video del giorno

Giustizia, maggioranza spaccata sugli ecoreati: Lega all'attacco di M5s e Pd

La guida allo shopping del Gruppo Gedi