Contenuto riservato agli abbonati

Un’estate per riparare le strade a pezzi: cantieri da oltre un milione

asfalti

La Provincia assegna i lavori: entro settembre asfaltature e manutenzioni nei tratti danneggiati di cinque strade provinciali

MANTOVA. Sarà un’estate di lavori su alcune strade provinciali. L’amministrazione di Palazzo di Bagno ha assegnato con gara, oppure direttamente, interventi di manutenzione straordinaria per quasi 1,2 milioni su alcune delle arterie principali. Le imprese hanno già firmato i contratti e sono pronte a partire soprattutto con i nuovi asfalti. In base ai cronoprogrammi depositati in fase di gara, i cantieri dovranno aprire e chiudere tra giugno e dicembre.

Il pacchetto più corposo è quello che si è aggiudicato la Costruzioni Ferrari srl di San Giorgio Bigarello. Con uno sconto di oltre il 9 per cento si è portata a casa lavori per 843mila euro; l’appalto sale a 912mila euro con le somme a disposizione. L’impresa di San Giorgio è stata scelta tra le dieci invitate dalla Provincia, di cui solo nove hanno presentato un’offerta per partecipare alla gara basata sulla procedura negoziata.

I quasi 912mila euro derivano dal decreto ministeriale 123 dell’anno scorso che aveva finanziato programmi straordinari di manutenzione della rete viaria delle Province e delle città metropolitane. I lavori riguarderanno tre strade provinciali nella bassa. Verranno sistemati alcuni tratti tra Sermide e Felonica sulla provinciale 34 Ferrarese; altri interventi sulla sede stradale sono previsti lungo la provinciale 35 Sermide-Quatrelle, in diversi tratti tra Sermide e Felonica. Si interverrà anche sulla provinciale 36 Ghisione-Magnacavallo-Sermide e precisamente su alcuni tratti tra Sermide e Felonica.

Come da un po’ di anni a questa parte, la penuria di risorse costringe la Provincia a intervenire solo dove la situazione è più complicata. Ciò significa programmare lavori ma solo per pochi chilometri quando, invece, per garantire una circolazione in piena sicurezza servirebbe molto di più. Il ribasso d’asta dovrebbe però permettere di realizzare ulteriori lavori lungo le tre provinciali.

Sono stati aggiudicati anche i lavori di manutenzione straordinaria in altri due dei cinque reparti in cui è suddivisa la rete stradale di cui è competente la Provincia. Nel reparto 5, sempre quello della Bassa, l’appalto da 133mila euro è andato alla Viagest srl di Goito. Lo sconto praticato è stato dell’11,21 per cento, il che significa aver avuto lavori per 97mila euro a cui si aggiungono 36mila euro di somme a disposizione. Si è proceduto con l’affidamento diretto per accelerare i tempi del cantiere, che dovrà essere tra giugno e settembre: si tratterà di sistemare cinque chilometri della provinciale 36 nei Comuni di Sermide-Felonica e in quello di Magnacavallo. I risparmi verranno reinvestiti in altri lavori stradali sempre sullo stesso tratto. I fondi sono sempre ministeriali, ma questa volta stanziati dal decreto 224 del 2020, sempre relativo a programmi di manutenzione straordinaria su strade provinciali e delle città metropolitane.

Infine, sempre tra giugno e settembre saranno eseguiti i lavori di manutenzione straordinaria nel reparto 4 (quello di Suzzara) che interesseranno la provinciale 50 e, segnatamente, il ponte di Borgoforte sul Po. A disposizione ci sono 141mila euro, stanziati dal decreto ministeriale 224, con cui si interverrà anche su alcuni tratti di strada nei comuni di Suzzara e di Motteggiana. I lavori sono stati affidati direttamente alla Alexia costruzioni di Borgo Virgilio per 101mila euro (più quasi 40mila euro di somme a disposizione), con uno sconto del 14,81% che servirà a finanziare altri interventi sempre nella stessa zona.

Video del giorno

Atletica, veloce come un'automobile: l'allenamento del campione europeo dei 60 metri

La guida allo shopping del Gruppo Gedi