Educazione all’aperto: l’asilo ecosostenibile si presenterà sabato

Nuovo progetto pedagogico per la coop de “La farfalla”. Negli spazi esterni giochi speciali con materiali naturali

CASTEL GOFFREDO. Arché onlus dà vita sul territorio mantovano a uno dei primi progetti pedagogici che intrecciano educazione all’aperto (outdoor education) e sostenibilità coinvolgendo esperti a livello multidisciplinare. Al centro, una proposta pedagogica speciale che si concretizzerà negli spazi completamente rinnovati dell’asilo nido “La Farfalla”, definito “nido in (indoor) e out (outdoor)”, che accoglierà i bambini alla riscoperta della natura come contesto in cui crescere, apprendere, promuovere inclusione, costruire socialità e sviluppare sensibilità ecologica.

«Rilanciamo la prima infanzia alla scoperta della natura, del benessere e della condivisione» evidenziano le referenti dell’iniziativa, scaturita da un corposo lavoro di rete coordinato dalla cooperativa Arché e che vede in sinergia esperti in ambito pedagogico e in architettura ambientale e le istituzioni per un confronto aperto con la cittadinanza.

Tutto questo anche in risposta alle sempre più forti esigenze di sicurezza e benessere psicofisico dei bambini e delle loro famiglie emerse a seguito della pandemia.

Il progetto verrà presentato sabato mattina e questo evento sarà anche l’occasione, oltre che per conoscere in dettaglio questa operazione di rilancio e di riconfigurazione dell’asilo di Arché onlus, di provare alcune di queste nuove e speciali strutture.

Negli spazi all’aperto, infatti, ci sono giochi speciali, costruiti con materiali naturali che possono essere riutilizzati in vario modo.

Il progetto, dunque, verrà illustrato nella sede dell’asilo nido “La Farfalla” (area giardino), in via Accademia, e gli invitati potranno conoscere l’importante lavoro di innovazione pedagogica e di riconfigurazione degli spazi esterni all’insegna della sostenibilità ambientale.

L’asilo nido “La Farfalla” apre così le porte per far conoscere, dal vivo e direttamente l’iniziativa e il nuovo giardino, totalmente privo di giochi in plastica e realizzato grazie anche al coinvolgimento di giovani con fragilità e in alternanza scuola-lavoro. 

Video del giorno

La tempesta di fulmini della notte di giovedì 22 luglio vista dal piazzale di Grazie

La guida allo shopping del Gruppo Gedi