Contenuto riservato agli abbonati

Diffamò l’ex sindaco su Facebook, adesso dovrà pagare più di 3mila euro per i danni

Il Tribunale lo ha condannato non solo a risarcire di 3mila euro più gli interessi l’ex primo cittadino di Ponti sul Mincio, ma anche a pagargli il difensore e le spese vive

PONTI SUL MINCIO. Aveva diffamato su Facebook l’ex sindaco Giorgio Rebuschi. Il Tribunale lo ha condannato non solo a risarcire di 3mila euro più gli interessi l’ex primo cittadino, ma anche a pagargli il difensore e le spese vive.

La sentenza è stata emessa dalla prima sezione civile del Tribunale di Mantova e si riferisce ad una vicenda sorta nel 2016 quando , a fine marzo, il consiglio comunale si discute del bilancio. La seduta si anima e due giorni dopo sulla pagina Facebook del gruppo d’opposizione “Il Bene in Comune”, compaiono dei commenti critici. Ribaditi lo stesso giorno anche sulla pagina “Non sei di Ponti sul Mincio se...”.

In particolare, l’allora sindaco Giorgio Rebuschi ha ritenuto diffamatori i giudizi espressi da Marco Ferrario. Quest’ultimo si è giustificato dicendo che si trattava di diritto di critica, e non lesione della reputazione.

Il Tribunale ha invece ritenuto che le frasi usate abbiano avuto una valenza offensiva. Non solo. Ma che abbiano trasceso il diritto di critica (che invece è tutelato dalla legge).

Perché ha lanciato accuse non provate, ha ecceduto i limiti della continenza, cioè della moderazione nell’esprimersi, screditando ed offendendo l’ex sindaco. Imputando a lui e all’amministrazione l’anteporre questioni genericamente “personali” ad argomenti di maggiore importanza.

Accuse smontate tanto dal difensore di Rebuschi, l’avvocato Paolo Gianolio, quanto dal Tribunale che invece ha ritenuto di condannare Ferrario ad una pena pecuniaria e al risarcimento delle spese. La pena, spiega la sentenza è stata commisurata alla valenza del mezzo utilizzato, Facebook, considerando il fatto che si trattava di gruppi aperti al pubblico ma con un numero circoscritto di partecipanti che non superava le 150 unità.

Video del giorno

Mantova: in 800 per dire addio al dottor De Donno

La guida allo shopping del Gruppo Gedi