Contenuto riservato agli abbonati

Ragazza di sedici anni picchiata e rapinata alla fermata del bus a Mantova

Copyright 2018 Nicola Saccani, all rights reserved

Ha raccontato di essere stata avvicinata da un’altra giovane, una coetanea, che le ha portato via il cellulare dopo averla colpita con uno schiaffo

MANTOVA. Ha chiamato la polizia per chiedere aiuto dopo essere stata rapinata. Una ragazza di 16 anni nel primo pomeriggio di sabato 19 giugno ha denunciato di essere stata avvicinata da un’altra giovane, una coetanea, che le ha portato via il cellulare dopo averla colpita con uno schiaffo. È accaduto, secondo il racconto che la sedicenne ha fatto agli agenti di piazza Sordello, davanti alla fermata del bus di Lunetta, intorno alle due e mezza del pomeriggio.

Era da sola e, come spesso accade, nell’attesa smanettava con il telefonino. A un certo punto si è avvicinata un’altra ragazza a cui lei inizialmente non ha fatto caso, immaginando che, come lei, fosse lì ad aspettare l’autobus. Ma non era quella l’intenzione della giovane che si è fatta sempre più vicina, le ha mollato uno schiaffo in faccia e le ha strappato il telefonino di mano. Poi si è allontanata di corsa.

La sedicenne ha chiamato la polizia raccontando brevemente l’accaduto e una pattuglia l’ha raggiunta nel giro di pochi minuti. Dopo aver ascoltato la ragazza, che sembrava molto scossa, gli agenti hanno controllato la zona circostante, ma della giovane rapinatrice non hanno trovato traccia. Oltre alla vittima, nessuno nel quartiere sembra aver assistito alla scena e visto la ragazza in fuga.

I poliziotti, nell’attesa che la sedicenne vada negli uffici di piazza Sordello per sporgere denuncia, stanno svolgendo accertamenti nella zona per verificare l’episodio, che appare molto insolito. Gli agenti della questura non escludono che le due ragazze si conoscano.

Video del giorno

Il coming out di Lucilla Boari, bronzo nel tiro con l'arco: "Sanne è la mia ragazza". E si commuove

La guida allo shopping del Gruppo Gedi