Il giorno è arrivato: si torna a celebrare la grande battaglia del 1859

Tanti eventi dedicati al Risorgimento e alla Croce Rossa. Iniziative in programma anche a Castiglione e Medole

SOLFERINO. Il giorno che ricorda la grande battaglia risorgimentale del 1859 è arrivato e, dopo la celebrazione ridotta dello scorso anno, ora si torna alla normalità con gli eventi che si svolgeranno in piazza Torelli, alla chiesa ossario e, infine, in piazza Ossario. Il programma è ricco a Solferino, come d’altronde anche a Castiglione delle Stiviere e, come accade da alcuni anni a questa parte, anche a Medole.

A Solferino, teatro principale della battaglia, si parte alle 9.30 in piazza Torelli con la presentazione delle autorità civili, militari e della Croce Rossa. Alle 10 il via ufficiale con l’alzabandiera e l’esecuzione degli inni nazionali.

Alle 10.15 ci si sposta dalla piazza alla chiesa ossario per la messa e, a seguire, i discorsi delle autorità. Alle 12, in piazza Ossario, si chiude con gli onori a tutti i Caduti.

Alle 18.30, infine, il sindaco Germano Bignotti consegnerà la Costituzione Italiana ai neodiciottenni e alle 18.45 verranno consegnate le borse di studio relative all’anno scolastico 2019/2020. Il tutto avverrà davanti alla torre civica. sempre alle 18, poi, nel parco della chiesa ossario ci sarà la conferenza “Come e perché si vince o si perde una battaglia”, con relatori Massimo Zanca e Corrado Monfardini. Infine, sempre a Solferino nei pressi di piazza Ossario, resta aperta la mostra (dal 23 al 27 giugno e infine il 3 e 4 luglio) realizzata dai giovani del gruppo “CulturArte Solferino” , sotto la guida dell’artista Danila Mor e con la supervisione della professoressa Marida Brignani, dal titolo evocativo: “Ieri e Oggi: il diritto di essere umani”. La mostra si compone di diversi momenti, storici, artistici e culturali, con quadri, disegni installazioni arboree e suggestivi richiami a personaggi e fatti storici o di attualità.

Per quanto riguarda i comuni limitrofi, a Castiglione delle Stiviere alle 18, nella sede della biblioteca (via Ascoli), ci sarà la presentazione del libro di Michele Favro “La sanguinosa marcia verso Solferino: Grole, 24 giugno 1859”, che dialogherà con l’autore Marco Pettenati (ingresso gratuito), mentre alle 19, nella frazione di Grole, ci sarà la commemorazione al monumento che ricorda l’inizio del conflitto.

Infine, a Medole, a partire dalle 19 si svolgerà la commemorazione alla cappella di San Vito (strada per il convento dell’Annunciata), dove sono sepolti i resti di alcuni militari. Luca Cremonesi

Video del giorno

L'aeroporto di Fiumicino presenta VoloCity, il taxi volante che salterà il traffico di Roma

La guida allo shopping del Gruppo Gedi